Denis Verdini 140409180832
GIUSTIZIA 15 Luglio Lug 2014 1440 15 luglio 2014

Credito fiorentino, Verdini rinviato a giudizio

Il senatore è accusato di bancarotta.

  • ...

Denis Verdini.

Brutta tegola per Forza Italia.
Denis Verdini è stato rinviato a giudizio per la vicenda legata alla gestione del Credito cooperativo fiorentino (Ccf) del quale il coordinatore di Forza Italia è stato presidente fino al 2010.
TRA IMPUTATI PARISI. A deciderlo il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Firenze Fabio Frangini.
Tra gli altri imputati rinviati a giudizio anche il parlamentare di Forza Italia Massimo Parisi. La prima udienza è stata fissata per il 21 aprile 2015
ASSOCIAZIONE A DELINQUERE. Tra le accuse a carico del parlamentare ci sono tra le altre quelle di associazione a delinquere, bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita, truffa ai danni dello Stato.
Complessivamente sono state rinviate a giudizio 47 persone tra le 69 che erano state iscritte nel registro degli indagati (e tra questi tutti componenti del Cda del Ccf e i sindaci revisori della banca).
Ventuno i proscioglimenti o le assoluzioni con rito abbreviato per posizioni considerate 'minori'.
STRALCIATA POSIZIONE DI DELL'UTRI. È stata stralciata la posizione di Marcello Dell'Utri. Fra le persone prosciolte anche la moglie di Verdini, Simonetta Fossombroni, e il fratello dell'esponente di Forza Italia Ettore Verdini.
Per Dell'Utri ora è necessaria una richiesta di estradizione suppletiva al Libano per poter procedere. La nuova udienza per lui è stata fissata per il 18 settembre 2014.
CAPEZZONE: «VICINANZA A VERDINI». «Vicinanza a Verdini, Parisi e alle altre persone rinviate a giudizio. Tutti, amici e avversari, ricordino sempre garantismo e presunzione di innocenza».
Lo ha scritto su Twitter Daniele Capezzone, presidente della Commissione Finanze della Camera dopo la decisione del tribunale di Firenze.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso