Veneto Giancarlo Galan 140618172809
GIUSTIZIA 16 Luglio Lug 2014 1845 16 luglio 2014

Galan, voto sull'arresto slitta al 22 luglio

Accettata la richiesta di rinvio del parlamentare per motivi di salute.

  • ...

Giancarlo Galan.

È slittata al 22 luglio la votazione dell'Aula di Montecitorio sull'arresto di Giancarlo Galan.
Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo della Camera, accettando la richiesta di rinvio per motivi di salute da parte del parlamentare di Forza Italia, che intende essere presente in Aula.
PARERE DELLA CAMERA. Il giudice, nella sostanza, ha spiegato che potrà decidere sull'eventuale conversione della custodia in carcere in arresti domiciliari solo nel momento in cui la Camera si esprimerà sull'autorizzazione alla misura cautelare per il parlamentare veneto, coinvolto nell'inchiesta Mose.
«Sbaglia», ha osservato l'avvocato Franchini, «perché nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere l'autorizzazione a procedere da parte del parlamento non è una condizione di procedibilità, ma di efficacia della misura. E in base al codice il giudice può intervenire in qualsiasi momento per modificare la misura in base a fatti nuovi, come un ricovero ospedaliero». «Per questo», ha concluso, «presenteremo appello».
BOLDRINI PRENDE ATTO: NO NUOVI RINVII. Secondo quanto riferito al termine della riunione dei capigruppo della Camera la presidente Laura Boldrini rivolgendosi ai presenti ha detto: «Un ulteriore rinvio, in questo quadro clinico, sarebbe sine die»; «Va bene concedere qualche giorno in più, ma in maniera ultimativa e non ulteriormente differibile».
IL M5S: «PAURA CHE SI VADA A SETTEMBRE». Solo il Movimento 5 stelle in conferenza dei capigruppo si è schierato nettamente contro: «Dobbiamo chiederci che esempio diamo al Paese. Che ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B?», ha detto ai cronisti a conclusione della capigruppo la attuale portavoce del M5s alla Camera Paola Carinelli.
«Non vorrei che la settimana prossima ci ritrovassimo nella stessa situazione e il voto venisse rimandato a settembre».

Correlati

Potresti esserti perso