Federica Mogherini 140526162656
NOMINE 16 Luglio Lug 2014 0631 16 luglio 2014

Renzi all'Ue: «O Mogherini o D'Alema»

Il premier sfida l'Ue. Che vuole Letta alla guida della Pesc.

  • ...

Federica Mogherini, ministro degli Esteri.

Matteo Renzi è pronto a dare battaglia per ottenere la nomina di Federica Mogherini agli Affari esteri Ue. Il premier, atteso il 16 luglio a Bruxelles, ha avuto colloqui con Angela Merkel e Herman Van Rompuy per ribadire che «l’accordo è che alla famiglia socialista spetta l’Alto rappresentante e all’interno della famiglia socialista sarà l’Italia ad avere la prima scelta. Dunque tocca a noi e per me ci sarà una Lady Pesc, Federica Mogherini».
11 PAESI CONTRO. Ma si è creato un fronte di 11 Paesi, prevalentemente dell’Est, contro la candidatura della Mogherini a 'ministro degli Esteri' dell'Unione: questi Paesi sostengono che l'attuale capo della Farnesina non abbia il curriculum adatto e serva qualcuno di maggiore esperienza.
LO 'SPETTRO' DI D'ALEMA. A questo punto Renzi, secondo Repubblica, ha avvertito la Merkel: «Angela, se Federica Mogherini è troppo giovane, sappi che per me l’Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione è Massimo D’Alema».
Parole che suonano quasi come una minaccia. Il premier avrebbe però incassato i dubbi anche sul nome di D'Alema, che in molte Cancellerie non è apprezzato per le sue posizioni sul Medio Oriente.
MANOVRA PER FAVORIRE LETTA. Van Rompuy ha fatto sapere che il modo per uscire dell’impasse era quello di candidare Enrico Letta alla presidenza del Consiglio europeo, o a Mr Pesc. «Tutti lo accetterebbero all’istante». Da Roma, invece, sarebbe arrivato un no secco all'ex premier spodestato proprio da Renzi. Il sospetto di Palazzo Chigi è che ci sia una manovra europea per favorire Letta, ma l'intenzione del governo è di non far scegliere a Bruxelles il candidato ideale.
VERTICE SULLE NOMINE A BRUXELLES. Di tutto questo hanno parlato Giorgio Napolitano e il leader del Pd nel loro incontro del 15 luglio al Quirinale. Ora la partita è direttamente a Bruxelles, dove Renzi è intenzionato a giocarsi le sue carte fino in fondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati