Calderoli 140625210357
CORSA A OSTACOLI 23 Luglio Lug 2014 1410 23 luglio 2014

Riforme, Calderoli: «Mediazione da relatori»

«Possibile ok in 7 giorni». Su 900 emendamenti chiesto voto segreto.

  • ...

Roberto Calderoli.

La corsa delle riforme è sempre più delicata e il premier Matteo Renzi ha già promesso che farà di tutto per salvaguardarne il percorso.
Mentre il 22 luglio è stato annunciato che al senato dal 28 luglio andranno in scena sedute notturne fino alle 24 per stringere i tempi prima della pausa di Ferragosto Roberto Calderoli, correlatore alle riforme, ha detto che «i relatori hanno già predisposto delle proposte. Se il governo le fa proprie, le riforme vengono approvate in una settimana».
«EMENDAMENTI POSSONO PASSARE A 500». Al termine della Giunta del regolamento il politico leghista ha spiegato che «se ci sono delle richieste avanzate dall'80% dell'aula il governo ha il dovere di provare a dare risposte. Anche perché i relatori hanno già predisposto delle proposte' con le quali, se fossero recepite, gli emendamenti passerebbero da 8.000 a 500».
PROPOSTE SU SENATO. Le proposte dei relatori riguardano il futuro Senato, su cui vertono i primi due articoli del ddl Boschi. «Oltre due terzi degli emendamenti», ha osservato Calderoli, «riguardano i primi due articoli. Se passano un paio di emendamenti dei relatori su questi articoli, cadono tutti gli emendamenti, e quelli sui 38 altri articoli li votiamo in una settimana».
VOTO SEGRETO SU 900 EMENDAMENTI. Sono 900 gli emendamenti su cui è stato chiesto il numero segreto.
Lo hanno riferito i componenti della Giunta per il regolamento al termine della riunione.
La maggioranza ha chiesto che lo scrutinio segreto sia limitato a pochissimi emendamenti.

Correlati

Potresti esserti perso