Lupi Alitalia 140711152804
RIFORME 24 Luglio Lug 2014 1746 24 luglio 2014

Ddl Lupi, riforma nel mondo della casa

No a tasse in aree molto popolate.

  • ...

Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi.

Niente tasse per le case storiche e per quelle finalizzate a scopi pubblici. È quanto prevede il ddl Lupi per la riforma urbanistica delle città, avviato al confronto pubblico, che prevede che «gli immobili soggetti a vincoli di interesse generale di ogni genere non sono soggetti a tassazione».
MENO TASSE PER LE AREE ‘FORMICAIO’. Un’altra delle iniziative che il ddl Lupi prevede è una riduzione delle tasse per le aree 'formicaio' ad alta densità. Tra le norme indica una «progressiva riduzione» delle imposte locali sugli immobili «per le zone di maggiore densità edilizia». Le tasse devono essere «commisurate» anche a questo parametro.
RIDUZIONE IRAP E IRES PER LE IMPRESE. Inoltre dovrebbe esserci una deduzione delle tasse sulla casa da Irap e Ires per le imprese ma anche esenzioni per immobili destinati alla vendita da società immobiliari. Secondo il ddl le leggi in materia di tributi immobiliari garantiscono la deducibilità degli stessi dalle imposte sui redditi e dall'Irap in capo alle imprese e agli enti commerciali e la loro non applicabilità a carico degli immobili destinati alla vendita o alla rivendita che non siano usati.
INCENTIVI PER EDILIZIA POPOLARE. Infine la proposta di Lupi prevede una nuova spinta alla realizzazione di alloggi di edilizia sociale, con la previsione anche di agevolazioni per gli affitti e per le cessioni di fabbricati.
Il provvedimento che mira al governo del territorio, stabilisce norme per incentivare l'edilizia residenziale sociale, anche attraverso il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati. Sono previste forti forme di agevolazione fiscale, fino all'esenzione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso