Boschi Renzi 140331200953
MAMBO 25 Luglio Lug 2014 1137 25 luglio 2014

Riforme, golpe di Renzi? Ridicolo

Chi grida al colpo di Stato è solo ridicolo. Dimentica la nostra storia recente. E soprattutto cerca di sopravvivere frenando il cambiamento.

  • ...

Maria Elena Boschi e Matteo Renzi.

È difficile resistere alla involontaria comicità di questo passaggio della politica italiana. Prendete la foto che apre il Fatto quotidiano con i parlamentari per strada verso il Quirinale per protestare contro il colpo di Stato di Renzi e Boschi.
Dov'è Ugo Tognazzi, dove si sono nascosti gli autori Castellani e Pipolo? Colpo di Stato, roba seria di fronte alla quale gli eccidi di Gaza sono poca cosa.
I VERI GOLPE. Abbiamo passato una vita fra i generali De Lorenzo, nonché Miceli e Maletti, siamo stati dirimpettai dei colonnelli greci e abbiamo ospitato nelle città universitarie del Sud i ragazzi del Pireo antifascisti che non potevano tornare a casa. I più vecchi ricordano quando «garrotarono» in Spagna Julian Garcia Grimau, capo comunista alla cui morte il Pci mise in piazza il proprio popolo.
Poi le stragi, le Br, il povero Moro e Licio Gelli che a leggere certi libri è stato più ingegnoso di Cavour.
LA FRONDA ANTI TAGLIO. Niente di tutto questo al cospetto dell'oggi, perché si vuole che al posto di Chiti, Minzolini, Mineo e Grasso ci sia un consigliere regionale, ne prendi due e paghi uno. E perché a quelli in divisa, ma anche ai loro soci in borghese, di Camera e Senato si vogliono limare compensi scandalosi esibendosi in altre intollerabili violazioni della democrazia.
Sono giorni che invito Renzi a chiudere baracca e burattini e far decidere agli elettori. Siamo all'inizio del semestre italiano, dovremmo fare cose impegnative in Europa e qui, invece ci struggiamo se il Senato debba essere eletto direttamente o no e se sia necessario che si rimettano quelle preferenze che la sinistra di una volta considerava parte del sistema di scambio politico mafioso.
I VANTAGGI DEGLI ALLARMISTI. Niente di tutto questo. La democrazia è in pericolo e deve essere proclamata in esagerato pericolo sennò non si vendono copie del Fatto, sennò Grillo non sa come giustificare di essere diventato il centurione del vecchio sistema, sennò Vendola non sa spiegare perché d'un fiato ha buttato via reputazione e voti.
In Italia girano ormai carri armati col giglio viola guidati da bionde travolgenti come Boschi. Che paura.
Andiamo in montagna, nuovi partigiani, vedessi mai che questa compagnia golpista fa dell'Italia un Paese istituzionalmente simile all'Occidente invece che il palcoscenico di vecchi «tragediatori» incalliti firmatari di manifesti, compagnia di voto-repellenti che perdono a ogni consultazione.
Vorrei non essere vecchio solo per distinguermi fisicamente da loro. Non abbiamo studiato Gramsci per finire su Scherzi a parte a fare le vittime dell'ennesimo golpe italiano.

Correlati

Potresti esserti perso