Matteo Renzi 140514133251
POLITICA 26 Luglio Lug 2014 2000 26 luglio 2014

Riforme, Renzi: «Ritardi fanno arrabbiare i cittadini»

Il premier agli ostruzionisti: «Si stancheranno prima loro di me».

  • ...

Il premier Matteo Renzi.

Dopo lo scontro sul contingentamento, condito dal corteo al Quirinale e dalle polemiche delle opposizioni, Matteo Renzi è tornato sul braccio di ferro che sta dilatando i tempi di approvazione delle riforme costituzionali. «Pensano di fare arrabbiare me o il governo, ma io non mi arrabbio, ho l'impressione che stiano facendo arrabbiare i cittadini», ha detto il premier in un'intervista al Tg5 Matteo. «Quando vedi i senatori che dovrebbero stare in Parlamento a votare andare a fare passeggiatine dal Senato al Quirinale capisci che c'è qualcosa che non torna», ha proseguito Renzi.
AGLI OSTRUZIONISTI: «SI STANCHERANNO PRIMA LORO». «Se vogliono fare 8 mila emendamenti e bloccare il Senato, questo si chiama ostruzionismo, noi ci mettiamo li e, poco alla volta, andiamo avanti con la serenità di chi sa che non ci stanchiamo, o meglio che si stancheranno prima loro», ha precisato commentando quanto avvenuto negli ultimi giorni. «Diciamolo in modo chiaro: vogliono discutere davvero nel merito di 10, 20, 30, 50 punti da cambiare? Noi si può anche discutere» ma, ha ribadito, «non si può bloccare le riforme».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati