Senato 140724164403
TENSIONE 30 Luglio Lug 2014 0030 30 luglio 2014

Riforme, Pd-M5s: rissa sfiorata in Senato

Scontro nei corridoi di Palazzo Madama. Urla e insulti.

  • ...

Luigi Zanda, capogruppo al Senato del Partito democratico.

Rissa sfiorata al Senato al termine della seduta sulle Riforme, tra senatori del Partito democratico e del Movimento 5 stelle, nei corridoi e nelle sale di Palazzo Madama. I contendenti sono stati però separati da altri colleghi e dai commessi.
Già durante la seduta c'erano state forti tensioni per gli interventi dei senatori del M5s contro gli esponenti del Pd, tanto che il capogruppo Luigi Zanda aveva protestato con il presidente Pietro Grasso: «Questa seduta è servita solo per farci insultare».
PRESO DI MIRA PIZZETTI. All'uscita è stato preso di mira dai senatori grillini soprattutto il sottosegretario alle Riforme Luciano Pizzetti, già oggetto di attacchi verbali in Aula. In sua difesa sono intervenuti alcuni senatori del Pd e ne è nato uno scontro verbale, che si è protratto nella sala Mazzini e nella sala Garibaldi, antistanti all'uscita dell'Aula.
I toni di entrambe le parti sono via via cresciuti e quando i senatori dei due schieramenti sono arrivati ad avvicinarsi fisicamente, percorrendo il corridoio dei busti, si è sfiorata la rissa, evitata grazie all'intervento di altri parlamentari dei due stessi partiti e di alcuni commessi che si sono frapposti.

Correlati

Potresti esserti perso