Luca Lotti Boschi 140729193243
MAMBO 31 Luglio Lug 2014 1703 31 luglio 2014

Riforme, la deriva autoritaria e il miserabile scontro di questi giorni

Il colpo di Stato non c'è. E chi attacca Renzi e Boschi usa toni da battaglia esagerati, da Paese minore.

  • ...

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti e il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi.

Guido Crainz, storico titolato, scrive sulla Repubblica del 31 agosto cose attorno al dibattito sul Senato e sulla Costituente e rivela che Umberto Terracini voleva abolire la seconda Camera. Addirittura svela come Alcide De Gasperi temesse il monocameralisno della sinistra e in particolare dei comunisti.
Sono frammenti di storia che devono far riflettere sul carattere miserabile dello scontro di questi giorni.
Il carattere miserabile, per essere chiari, non è nell'opposizione al progetto Renzi-Boschi, ma nel fatto di aver posto il tema della minaccia democratica in modo insensato.
L'ITALIA RISCHIA DI RESTARE UN PAESE MINORE. Finche in Italia non ci si abituerà a discutere, anche duramente, senza dire l'uno dell'altro di essere un potenziale fascista, resteremo sempre un Paese minore.
Il dramma è che tutti gli interlocutori sanno che stanno combattendo una battaglia dai toni esagerati.
Può non saperlo Vannino Chiti? Può non saperlo Nichi Vendola che, avendo attraversato la storia del comunismo italiano, non può non ricordare che la materia di cui si parla e contro cui i suoi parlamentari stanno facendo fuoco e fiamme aveva largo corso nel Pci.
Renzi è molto sgarbato quando allude a senatori che difendono solo il proprio posto, ma non è lontano dal vero. Nel senso che nessuno combatte la battaglia dicendo davvero quel che vuole.
Vendola, per esempio, è uno che ha perso il biglietto vincente della lotteria. La sua carriera sta finendo male, nella impopolarità e nel fallimento del suo progetto.
Non sa se andare con Grillo o farsi tentare dalle sirene alternativiste del suo vecchio capo.
ALLONTANANO ALTRA GENTE DALLA POLITICA. Fausto Bertinotti, intanto, si è perso mezzo partito e recita la parte eroica del nuovo partigiano della Costituzione più bella del mondo anche contro la memoria di Terracini, che forse qualche prova di antifascismo in più l'ha data.
Credo che con questa impostazione forse potranno bloccare Renzi, ma sono certo che non riprenderanno i loro voti.
L'esagerazione non paga quando si è appena usciti dalla stagione delle esagerazioni berlusconiane e antiberlusconiane.
Dispiace per loro, ma il colpo di Stato non c'è. Se ne facciano una ragione.
Stanno solo riuscendo ad allontanare altra gente dalla politica. Guido Crainz li invita a leggere, e a leggere la storia della sinistra.
Gli immemori e gli ignoranti solitamente hanno portato la sinistra alla sconfitta.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso