Matteo Renzi 140725222906
MAMBO 1 Agosto Ago 2014 1028 01 agosto 2014

Renzi, stai attento al generale Pantano

Lo stallo sulle riforme non fa bene al Paese. E neanche alla leadership del premier. Che ora deve cambiare tattica.

  • ...

Il premier Matteo Renzi.

Se fossi amico di Renzi o suo padre, suo fratello, suo zio, il suo prete, gli direi: caro ragazzo, troppi fronti aperti. Attento al generale Pantano, che può fare a te quello che il generale Inverno fece a Napoleone nella campagna di Russia.
Capisco che il premier si senta circondato, capisco soprattutto che chi lo assedia è un vasto mondo, per lo più conservatore, ed è irrilevante se sia conservatore di destra o di sinistra, tuttavia non si va avanti sfidando l'universo mondo senza spaccare il fronte altrui.
DEVE RICONQUISTARE UN PEZZO DI CONSENSO. Renzi non ha portato a casa un solo risultato politico perché non ha un punto di caduta tattico del suo agire. Deve averlo.
Con la guerra frontale rischia di farsi, appunto, impantanare. Ci sono mondi che deve riconquistare: il fatto che opinion makers e imprenditori improvvisamente gli voltino le spalle può voler dire tante cose, ma soprattutto che non gli credono più.
Prometta poche cose e si concentri su quelle e poi stia anche un po' zitto, troppe battute possono uccidere una leader.
Se invece ritiene che la situazione sia ingestibile, come io penso, perché ha smosso le acque troppo velocemente inquietando pigri pescatori, allora vada alle Camere e in Senato e chieda il voto.
C'È CHI VUOLE L'ITALIA IN SERIE B. Il chiassoso tira e molla lo sta logorando e questo vogliono i suoi avversari, mostrare che lui non è capace e che l'Italia non si può governare.
In fondo ci sono migliaia di persone nella classe dirigente che stanno bene se il Paese finisce definitivamente in serie B: ci si spartiscono le rendite, si vivacchia senza troppo faticare, si fa ammuina quando serve. Questa Italia oggi è tutta anti-Renzi, ma lui pena di fare il fenomeno sfidandoli tutti assime.
Li divida , invece, si dia piccoli obiettivi, li svuoti dall'interno come le cozze.
I suoi avversari presi uno per uno sono poca cosa, ma messi insieme possono fare gran danno.
Come stanno già facendo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso