Alfano 140805133313
ANTISEMITISMO 5 Agosto Ago 2014 1322 05 agosto 2014

Gaza, Alfano espelle l'imam di San Donà di Piave

Attaccò gli ebrei, il Viminale lo caccia.

  • ...

Il sermone choc e l'incitazione all'odio contro gli ebrei di Abd al Barr al Rawdhi, imam nella moschea di San Donà del Piave (video del 5 agosto 2014).

Anche il Viminale, a modo suo, si è inserito nella guerra tra Israele e Palestina.
È stata disposta, infatti, l'immediata espulsione dell'imam della moschea di San Donà di Piave, il marocchino Raoudi Abdelbar, per «grave turbamento dell'ordine pubblico e pericolo per la sicurezza nazionale e discriminazione per motivi religiosi».
Lo ha deciso il ministro dell'Interno Angelino Alfano. L'imam, secondo quanto ha riportato il quotidiano Libero, nel sermone del venerdì aveva incitato all'odio contro gli ebrei (video).
«OH ALLAH, UCCIDILI TUTTI». L'episodio risalirebbe alla fine di luglio. «Oh Allah», avrebbe detto tra l'altro l'imam le cui parole sono state riprese in un filmato pubblicato dall'associazione Memri.org, vicina a Israele, «porta su di loro ciò che ci renderà felici. Oh Allah, contali uno a uno e uccidili fino all'ultimo. Non risparmiare uno solo di loro».
Alfano ha spiegato che «non è accettabile che venga pronunciata un'orazione di chiaro tenore antisemita, contenente espliciti incitamenti alla violenza e all'odio religioso».
«QUI NON SI PREDICA ODIO». Quindi, il ministro ha avvisato: «La mia decisione valga da monito per tutti coloro che pensano che in Italia si possa predicare odio».
Il provvedimento, ha sottolineato ancora il Viminale, è stato adottato sulla base di scrupolosi accertamenti condotti dal servizio centrale Antiterrorismo, con il concorso della Digos di Venezia e d'intesa con la procura.
LA LEGA CHIEDE LA CHIUSURA. Vivace la reazione della Lega Nord, che con il deputato Emanuela Prataviera ha sollecitato Alfano perché «chiuda la moschea di San Donà e imponga una moratoria sull'apertura di nuove moschee in tutto il Paese». «L'Italia non deve diventare la Francia. Espellere l'imam che invocava la morte degli ebrei è stata una scelta giusta e coraggiosa», ha twittato invece la portavoce di Forza Italia, Mara Carfagna, preceduta dal collega di partito Maurizio Gasparri, «Alfano espelle l'imam di San Donà di Piave perché incitava alla violenza e all'odio religioso. Ben fatto!». Anche da sinistra è arrivato un plauso alla decisione di Alfano «Non deve esistere in Italia e nel mondo un'area grigia dove antisemitismo e odio possano trovare cittadinanza», ha detto il parlamentare Pd Emanuele Fiano, «un giusto riconoscimento va dato a chi monitorizza la rete riuscendo a individuare episodi gravissimi come quello di San Donà».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso