Denis Verdini 140409180832
INTERVISTA 8 Agosto Ago 2014 0036 08 agosto 2014

Legge elettorale, Verdini: «Intesa con Renzi lontana»

Il senatore sull'incontro con l'ex cav: «Di economia non si è parlato».

  • ...

Denis Verdini.

Il senatore Denis Verdini di Forza Italia, in un'intervista a Repubblica ha parlato dell'incontro cui ha partecipato tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sulla legge elettorale, definendolo un incontro da «10 e lode».
«VALUTEREMO MODIFICHE». «Non abbiamo concordato un bel niente. Per noi l'Italicum prima versione resta la migliore legge possibile e da lì non ci muoviamo. Abbiamo solo detto a Renzi, che ci ha sottoposto delle ipotesi di modifica, che le valuteremo con calma alla ripresa. Nulla è scontato. La nostra disponibilità c'è, ma non abbiamo fissato dei paletti».
«Non c'è nessun protocollo segreto, abbiamo avuto delle discussioni ma nulla è deciso», ha spiegato Verdini, secondo cui «Alfano racconta favole. Il suo problema non sono le preferenze ma i voti che non ha. Lo dimostrano le Europee».
«PREFERENZE MERCE AVARIATA». Le preferenze, ha aggiunto il senatore, «sono una merce avariata, e la favola che sono i cittadini a volerle è solo propaganda dei piccoli partiti». Nell'intervista Verdini ha smentito l'ipotesi di un ingresso di Fi nella maggioranza: «Per convincerci a entrare, ci devono dare il presidente del Consiglio».
Quanto a un appoggio sui provvedimenti economici, «su tre ore avremo parlato cinque minuti della situazione economica. E i numeri non vanno enfatizzati, una cosa è il Pil, una cosa è la vita reale. Non sempre coincidono», ha dichiarato.
«Di economia non abbiamo parlato, però abbiamo parlato di donne. Con Berlusconi chi sta con lo zoppo impara a zoppicare».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso