Cottarelli 140730205356
SPENDING REVIEW 7 Agosto Ago 2014 2145 07 agosto 2014

Tagli alle partecipate, il piano di Cottarelli

Tagli su stipendi e occhio a esuberi: il piano Cottarelli.

  • ...

Carlo Cottarelli.

Nonostante la querelle col premier Matteo Renzi , Carlo Cottarelli tira dritto nel piano di revisione della spesa. Il commissario straordinario il 7 agosto ha anticipato in parlamento le prossime mosse per una «razionalizzazione delle partecipate locali, con l'obiettivo di ridurle da 8 mila a 1.000 in tre anni» e ottenere efficienza e risparmi «di 2-3 miliardi».
Quindi in serata, dopo averlo presentato al Comitato interministeriale per la revisione della spesa, il commissario ha spiegato meglio il contenuto del piano.
«NEL 2012 PERDITE DI ESERCIZIO PER 1,2 MLD». «Le società partecipate hanno registrato nel 2012 perdite di esercizio palesi per 1,2 miliardi», ha osservato Cottarelli, aggiungendo che ci sono anche le perdite 'non palesi' finanziate da contratti di servizio e trasferimenti. Questi ammontavano nel 2012 a circa 16,5 miliardi per l'intero settore.
Ecco perché, ha spiegato, occorre «un'ulteriore riduzione del numero e della remunerazione degli amministratori» se non proprio la «dismissione delle partecipate» stesse.
«PRECORSO NON TRAUMATICO PER RISOLVERE GLI ESUBERI». Cottarelli ha proposto ache un «un percorso non traumatico per risolvere il problema degli esuberi di personale» e l'estensione della Cig in deroga o i contratti di 'ricollocazione'.
LE PARTECIPATE SONO 7.726. Sono 7.726 le partecipate (tra controllo diretto e indiretto) pubbliche individuate dal piano del commissario alla Spending review di Cottarelli. Per un totale (nel 2013) di poco più di 500.000 dipendenti. Tra le società 1.993 (il 26%) sono Spa e 2.547 (il 33%) sono Srl. Delle 7.726 quelle a controllo diretto (che includono le imprese a partecipazione mista, cioè partecipate sia direttamente che indirettamente) sono 1.835. Il numero è però 'variabile'. Nel piano già inviato a Matteo Renzi e al comitato per la Spesa si spiega infatti che esistono altre tre banche dati rilevanti. La banca dati Consoc del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio (circa 7.500 partecipate), la banca dati Cerved alimentata dai dati delle Camere di Commercio (circa 8.800 partecipate) e la banca dati della Corte dei Conti con circa 7.500 partecipate.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso