Diego Lorenzis 140808181711
SCIVOLONI 9 Agosto Ago 2014 0800 09 agosto 2014

Movimento 5 stelle, l'ordine del giorno per la Tav

L'errore del grillino De Lorenzis.

  • ...

Il deputato pentastellato Diego De Lorenzis.

Dopo anni di lotta, polemiche e condanne, ora il Movimento 5 stelle sorprendentemente si dice favorevole al Tav. E per di più con un atto parlamentare ufficiale.
Non si tratta di un fake creato in Rete o di uno scherzo di qualche avversario politico, ma di un vero ordine del giorno, per giunta accolto dal governo e dunque non posto in votazione in assemblea, presentato alla Camera dal cittadino-deputato Diego De Lorenzis, nella seduta di mercoledì 6 agosto.
INCENTIVARE TRASPORTO SU FERRO. Il testo, protocollato con la sigla 9/02568-A/083 impegna l'esecutivo «a operare, al fine di incentivare il trasporto delle merci su ferro, un'efficace programmazione degli interventi infrastrutturali che miri soprattutto a un adeguamento, potenziamento e ammodernamento delle reti già esistenti» (leggi l'ordine del giorno).
IL LIBRO BIANCO SUI TRASPORTI. Ma la parte più interessante si trova solo poche righe prima della fine, quando il parlamentare grillino, in premessa, prende come spunto e guida il Libro bianco sui trasporti del marzo 2011 sottolineando che tra i 10 obiettivi suddivisi in tre capitoli «per un sistema dei trasporti competitivo ed efficiente sul piano delle risorse», in quello dedicato a «ottimizzare l'efficacia delle catene logistiche multimodali, incrementando tra l'altro l'uso di modi di trasporto più efficienti sotto il profilo energetico», sono elencati quattro obiettivi tra i quali, in particolare, il numero 3. Il quale auspica che entro il 2030, sulle percorrenze superiori a 300 km, il 30% del trasporto di merci su strada venga trasferito verso altri modi, quali la ferrovia o le vie navigabili e che tale percentuale arrivi al 50% nel 2050».
TRA I CAPITOLI FA CAPOLINO LA TAV. Ebbene, proprio il capitolo del Libro bianco a cui si ispira De Lorenzis, indica, tra le altre cose, come obiettivo strategico anche quello di «completare entro il 2050 la rete ferroviaria europea ad alta velocità». Cioè la linea Tav.
Stando alle confidenze raccolte da Lettera43.it con un deputato M5s, questi «sono errori che dimostrano come il Movimento si stia sfaldando. Ormai siamo demotivati e poco attenti, e i risultati sono testi sballati e senza senso, come l'ordine del giorno di De Lorenzis».
LE SVISTE A 5 STELLE. Che peraltro si aggiunge a una lista abbastanza lunga di sviste dei «guerrieri meravigliosi» di Beppe Grillo, in questo anno e mezzo di legislatura.
Tra queste resteranno agli annali le ormai famigerate scie chimiche, o ancora la lotta per affermare l'esistenza delle sirene e la difesa a spada tratta della produzione di grano italiano contro l'invasione del grano saraceno.

Leggi la replica di De Lorenzis.

Correlati

Potresti esserti perso