Diego Lorenzis 140808181711
REPLICA 11 Agosto Ago 2014 1930 11 agosto 2014

M5s, De Lorenzis: «La Tav è inutile e costosa»

Il deputato grillino De Lorenzis sulla Torino-Lione.

  • ...

Lettera di replica all'articolo «Movimento 5 stelle, l'ordine del giorno per la Tav».

Il deputato pentastellato Diego De Lorenzis.

L'Europa sa essere anche portatrice di buoni soluzioni e migliori pratiche (come il reddito di cittadinanza, raccomandato fin dal 1992). Tra quelle per i trasporti, alcune sono riportate nel Libro Bianco dei Trasporti e, per esempio, riguardano il dimezzamento degli incidenti stradali o il sostegno a politiche di trasporto merci di lunga percorrenza su rotaia, o mediante vie navigabili. Esse sono assolutamente condivisibili e da perseguire anche nel nostro Paese che, anche in questo comparto, è fanalino di coda.
I NON OBBLIGHI DELL'UE. L'Europa infatti, va precisato, contrariamente a quanto sostenuto dai governi e da certa stampa, non obbliga a realizzare nuove linee o a scavare dentro le montagne alpine.
Ricordo che l'attuale collegamento transalpino tra Italia e Francia è sottoutilizzato e che l'accordo stipulato tra i due Paesi nel 2001, per la realizzazione dell'alta velocità Torino-Lione, prevedeva la realizzazione del tunnel a saturazione della linea esistente.
LE DISMISSIONI DI RFI. Rfi dismette in tutta Italia depositi, linee e servizi, penalizzando così tante aziende del settore cargo. Un fatto che non suscita preoccupazioni e prese di posizione forti da parte della politica dei partiti perché, a questi, interessano prioritariamente le grandi opere, troppo spesso generatrici di reti di corruzione.
In tutti questi anni non hanno favorito intermodalità ed efficienza e ci hanno condannati all'uso della gomma: un sistema inefficiente e insostenibile, che va contro le esigenze dei cittadini, che ha il solo 'pregio' di continuare a garantire profitti ai poteri forti amici della politica.
OPPOSIZIONE ALLA TAV. Il Movimento 5 stelle è dunque assolutamente favorevole all'ammodernamento e all'efficientamento dell'infrastruttura ferroviaria, ma non ad avallare progetti dai costi esorbitanti, dalla certa inutilità, come la Tav Torino-Lione.
Dispiace rilevare come si confonda la nostra lotta contro gli sprechi, il malaffare e le grandi opere inutili (Tav Torino-Lione, Mose ed Expo) con una opposizione ideologica, contraria a qualunque opera di ammodernamento, adeguamento e potenziamento delle infrastrutture ferroviarie esistenti. Per esempio, vorremmo si risolvesse la questione dei 38 chilometri della linea adriatica tra il Molise o la Puglia, ancora a binario unico.
POLEMICHE STRUMENTALI. A fronte di questioni così rilevanti per il Paese in alcuni casi, come nell'articolo in questione, si preferisce indugiare sulla polemica strumentale, senza entrare nel merito delle questioni.
Su questi temi io e i miei colleghi, in particolare quelli della commissione Trasporti, ci spendiamo da tempo e saremmo molto lieti se la stampa gli dedicasse maggiore attenzione, puntando i riflettori su scandali e temi controversi, che spesso denunciamo nel silenzio generale, come quando il governo ha bocciato la nostra proposta di 'ferrobonus'.
IL MOVIMENTO RESTA COESO. Relativamente poi alle presunte fonti anonime tra parlamentari del M5s, che parlerebbero di «sfaldamento» del M5s, ipotizzando un improbabile collegamento con il mio lavoro, desidero precisare che io e i miei colleghi lavoriamo con impegno e coesione.
A qualcuno, da tempo, fa comodo propagare inesistenti messaggi di discordia, ma sempre più cittadini liberi e informati intendono realizzare, compattamente, un percorso di cambiamento culturale generale e diffuso.

Diego De Lorenzis, deputato del M5s.

La risposta di Dario Borriello

Egregio onorevole,
nel mio pezzo avevo derubricato il suo Odg a semplice svista. O questa almeno questa era l'intenzione. Anche perché sarebbe bastata meno di una riga per scrivere «ad esclusione della Torino-Lione»(personalmente concordo sull'inutilità di un'opera che sarà comunque completata non prima del 2025, e non per colpa dell'Italia...).
Nell'articolo non confondo proprio nulla. Nel capitolo del
Libro bianco sui trasporti che lei prende come spunto, c'è il punto sulla Tav.
E in Italia, la Tav, è anche la Torino-Lione.
Il suo collega, di cui ho accolto lo sfogo, comunque non intendeva dire che lei è causa di sfaldamento del Movimento, ma solo che certe 'sviste' sono fisiologiche in un gruppo che al momento vive un momento di impasse e indecisione.
Negare questo sarebbe a mio avviso una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini. Soprattutto di quelli che credono in voi, e io ne conosco tanti.
Chiarito questo, il vostro compito è fare opposizione a provvedimenti che ritenete sbagliati, il nostro quello di far emergere le contraddizioni delle forze politiche.
Ed è quello che ho fatto, e continuerò a fare, fino a quando voi politici cadrete in contraddizione.
Cordialmente.

Correlati

Potresti esserti perso