Raid Iraq 140809172035
OPERAZIONE MILITARE 20 Agosto Ago 2014 1933 20 agosto 2014

Iraq, il Pentagono studia l'invio limitato di truppe

Si tratta di «meno di 300 soldati» per la sicurezza intorno a Baghdad.

  • ...

Un fermo immagine di un video diffuso dal Pentagono mostra i primi bombardamenti Usa in Iraq, 9 agosto 2014.

Il Pentagono sta studiando un piano per l'invio di «un piccolo numero di truppe addizionali» in Iraq.
Lo hanno riportato i media americani citando fonti dell'amministrazione.
Si tratterebbe di «meno di 300 soldati» soprattutto per rafforzare la sicurezza attorno a Baghdad, ha detto una fonte del Pentagono a media Usa.
DECISIONE NON ANCORA PRESA. La fonte ha aggiunto che nessuna decisione definitiva è stata ancora presa.
La discussione di rinforzi è arrivata mentre le forze aeree Usa hanno condotto una decina di raid dal 19 agosto, dopo la decapitazione di Jim Foley e le minacce dell'Isis di uccidere un secondo giornalista ostaggio.
FALLITO UN BLITZ PER LIBERARE FOLEY. In serata il portavoce del Pentagono, ammiraglio John Kirby, ha rivelato che gli Usa «di recente hanno condotto un'operazione per liberare alcuni ostaggi americani detenuti in Siria dall'Isis».
«Sfortunatamente, la missione non ha avuto successo: gli ostaggi non erano presenti nel luogo preso di mira». All'operazione hanno partecipato forze aeree e terrestri.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso