Calderoli 140625210357
POLEMICA 22 Agosto Ago 2014 2317 22 agosto 2014

Riforma Senato, Calderoli: «Una merda»

Il leghista Calderoli: «Palazzo Madama deve essere elettivo».

  • ...

Roberto Calderoli.

Per la riforma del Senato «siamo passati da una bella merda» arrivata all'inizio «a una merdina, ma sempre di merda si tratta» e dunque «è migliorabile». Non ha usato mezzi termini il leghista Roberto Calderoli, fra i relatori del testo, per parlare della riforma del Senato al BerghemFest.
Secondo Calderoli, «la riforma arrivata era una bella merda», ma ha aggiunto di averla «come relatore di maggioranza rivoltata» migliorandola un po'.
«BENE REFERENDUM PROPOSITIVI». Per il senatore del Carroccio, in particolare, un Senato non eletto «è inaccettabile». Ma nella riforma ci sono anche novità importanti come l'introduzione dei referendum propositivi «alla Svizzera, finalmente».
Detto questo, il relatore leghista non giudica positivamente l'impianto complessivo della riforma del ministro Boschi. E dal palco della festa di Alzano Lombardo, accanto a Umberto Bossi, ha lanciato un avvertimento al governo Renzi in vista dell'approvazione della legge elettorale.
«RENZI BUONO PER VENDERE PADELLE». A quel punto, secondo il vicepresidente del Senato, «l'unica forza politica che potrà dare i voti a Renzi per le riforme è la Lega e a quel punto chiederemo di cambiare l'altro terzo della riforma del Senato, dopo averne cambiati due terzi».
Calderoli ha poi concluso il discorso parlando del presidente del Consiglio come uno che alla fine «va bene a vendere le padelle antiaderenti».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso