Delrio Governo Renzi 140901075322
POLITICA 1 Settembre Set 2014 0750 01 settembre 2014

Governo Renzi, idea rimpasto per il post Mogherini

Alfano potrebbe andare agli Esteri. Giannini rischia di perdere il posto.

  • ...

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

Matteo Renzi non deve pensare solo al piano «Mille giorni». Al momento c'è pure il rebus che riguarda il ministero degli Esteri.
Dopo la nomina di Federica Mogherini come Alto rappresentante della politica estera dell'Unione europea, infatti, il ruolo di titolare della Farnesina è destinato a liberarsi. Ecco perché il premier ora deve trovare un sostituto per la sua fedelissima che, con tanta fatica, è riuscito a imporre come capo della diplomazia Ue.
VERSO IL RIMPASTO. Secondo quanto ha riferito il quotidiano La Repubblica, Renzi sta pensando a un rimpasto di governo (anche il Quirinale non è contrario a muovere qualche pedina nell'esecutivo) e non a una semplice sostituzione del ministro degli Esteri.
D'altra parte il tempo per valutare con attenzione le nuove mosse - anche con gli alleati - non manca: Mogherini lascerà ufficialmente la Farnesina il 1 novembre per trasferirsi a Bruxelles.
PRESSING SU ALFANO. La strategia di Renzi passa dal ministro dell'Interno Angelino Alfano: l'idea dell'ex rottamatore è quella di convincere il leader del Nuovo centrodestra a lasciare il Viminale, garantendogli gli Esteri, altro dicastero di peso.
LAVORO SOTTOTRACCIA. In realtà il segretario del Partito democratico ci aveva già provato a febbraio, senza però trovare spiragli in Alfano. «Proveremo a fare breccia», è tornato a dire ai suoi Renzi, convinto di poter finalmente realizzare il suo progetto, anche se il titolare dell'Interno non ha ancora ricevuto alcun messaggio diretto.
IN LIZZA C'È DELRIO. Al posto del numero uno di Ncd, il premier vorrebbe quindi piazzare il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, che finirebbe per occupare una delle poltrone più importanti del governo.
Inoltre, in questo modo, non servirebbe neppure chiedere un voto di fiducia al parlamento, perché si tratterebbe di un avvicendamento all'interno della squadra di governo.
PISTELLI IN POLE. Se la staffetta Alfano-Delrio dovesse fallire, per gli Esteri c'è sempre Lapo Pistelli, dato in pole per sostituire Mogherini. Anche se, a quanto risulta a Lettera43.it, non è da sottovalutare l'ipotesi Massimo D'Alema, così come pure il ritorno di Emma Bonino.
Quel che è certo è che se Alfano volesse, la Farnesina sarebbe sua. In alternativa potrebbe finire alla Difesa, prendendo il posto di Roberta Pinotti.
GIANNINI A RISCHIO. Ma non è finita. Perché a traballare nell'esecutivo è Stefania Giannini: la titolare dell'Istruzione sembra non aver convinto del tutto Renzi, che in quel ruolo vuole metterci un suo fidato.
Il premier, infatti, ha ribadito che «la scuola deve diventare un tema costitutivo del Pd», quindi non si può lasciare un ministero così importante in chiave politica agli alleati di Scelta civica.

Correlati

Potresti esserti perso