Gasparri 131217112648
POLEMICA 2 Settembre Set 2014 1645 02 settembre 2014

Ntv, querela a Gasparri per i tweet contro Italo

Il senatore del Pdl: «Siete quasi falliti». La replica: «Sconcertati».

  • ...

Maurizio Gasparri.

Ntv (Nuovo trasporto viaggiatori) ha comunicato in una nota di aver dato mandato ai propri legali «di assumere ogni opportuna iniziativa» nei confronti del vice presidente del Senato Maurizio Gasparri - «autore di sconcertanti e reiterate dichiarazioni» - a tutela della propria immagine e «soprattutto di quella degli oltre 6 milioni di passeggeri che nonostante la sorprendente posizione contraria assunta da un'alta carica istituzionale, hanno scelto e continueranno a scegliere Italo».
GASPARRI: «SIETE FALLITI». Lunedì primo settembre infatti Gasparri aveva attaccato Ntv su Twitter. «Italo treno ma che promozioni, presto chiuderete». E ancora: «Siete quasi falliti, rischioso comprare i biglietti venduti da Della Valle & Montezemolo».
LA REPLICA DI NTV: «DISPIACIUTI E SORPRESI». La società aveva in un primo momento replicato dicendosi dicendosi «dispiaciuta e sorpresa che il vicepresidente del Senato, una delle più importanti istituzioni del Paese, si scagli contro una società privata che faticosamente sta cercando di affermare nel trasporto ferroviario ad Alta velocità i principi della concorrenza» e sostenuto che si tratta di «un triste modo di fare politica».
«I tweet di Maurizio Gasparri contro l'acquisto dei biglietti Italo sono la conferma della considerazione che la politica dà alla liberalizzazione del trasporto ferroviario», aveva affermato Ntv, aggiungendo che tali messaggi «appartengono ad una vecchia politica, portatrice di valori superati e di quella cultura del monopolio che al bene del Paese, alla concorrenza e ai benefici di un mercato aperto e trasparente, preferisce, contro i cittadini, il punitivo ritorno al mercato protetto. Gasparri dovrà rispondere agli oltre 6 milioni di viaggiatori che hanno apprezzato Italo, felici di poter finalmente scegliere, così come dovrebbe avvenire in tanti altri settori del Paese».
Una replica che poi si è trasformata appunto nell'annuncio di misure legali contro Gasparri.

Correlati

Potresti esserti perso