Scuola 140903104056
LINEE GUIDA 3 Settembre Set 2014 1009 03 settembre 2014

Scuola, il piano di Renzi: assunzioni e stop a scatti d'anzianità

Nel piano Renzi 150 mila assunzioni.

  • ...
  • Il premier Matteo Renzi illustra le linee guida della riforma della scuola.

Al termine di settimane di attesa e indiscrezioni, il governo ha finalmente varato sul sito passodopopasso.italia.it il piano per la «rivoluzione» della scuola (leggi il documento).
Una serie di provvedimenti di cui lo stesso premier Matteo Renzi aveva dato anticipazioni ai giornali nei giorni scorsi, ma pure un'iniziativa che prevede una fase di ascolto della controparte per portare a casa una rifoma che sia una «svolta epocale».
«BASTA SUPPLENTITE». Nel «patto educativo» annunciato da Renzi si parte dalle 150 mila assunzioni a settembre 2015 promesse dal presidente del Consiglio per battere il morbo della «supplentite».
In cambio, però, il premier ha chiesto ai neoassunti di rinunciare agli scatti di anzianità per far largo a scatti di carriera legati al merito. Cosa che ha immediatamente messo in allarme i sindacati della scuola.
«INSEGNANTI SI FACCIANO VALUTARE». «Tutti coloro che stanno dentro alle graduatorie a esaurimento devono essere assunti dalla scuola», ha spiegato Renzi, «perché hanno un diritto nei confronti dello Stato. In cambio, chiediamo di cambiare le regole del gioco: più disponibilità degli insegnanti a essere valutati e possibilità ai presidi di scegliersi gli insegnanti che ritengono più adatti», rendendo anche chi non ha una cattedra parte di un «organico funzionale» che fa le supplenze, ma non solo: «la squadra del preside».

Tutte le misure del piano Renzi per la scuola:

- 150 MILA ASSUNZIONI A SETTEMBRE. Previsto un piano straordinario per assumere 150 mila docenti a settembre 2015 e chiudere le graduatorie a esaurimento.

- DAL 2016 DOCENTI SOLO PER CONCORSO. D'ora in avanti si diventerà docenti di ruolo solo per concorso: 40 mila giovani qualificati nella scuola fra il 2016 e il 2019. Mai più dunque 'liste d'attesa' che durano decenni.

- STOP ALLE SUPPLENZE. Stop alle supplenze. Nelle linee guida si prevede di garantire alle scuole, grazie al piano di assunzioni, un team stabile di docenti per coprire cattedre vacanti, tempo pieno e supplenze, in modo da assicurare la continuità didattica.

- SCATTI IN BASE AL MERITO. Scatti in base al merito per gli insegnanti. Ogni tre anni due docenti su tre avranno in busta paga 60 euro netti al mese in più «grazie a una carriera che premierà qualità del lavoro in classe, formazione e contributo al miglioramento della scuola».

- LA SCUOLA SI AGGIORNA: FORMAZIONE E INNOVAZIONE. Formazione continua obbligatoria, mettendo al centro i docenti che fanno innovazione attraverso lo scambio fra pari. Per valorizzare i nuovi Don Milani, Montessori e Malaguzzi.

- DATI E PROFILI ONLINE . Online dal 2015 i dati di ogni scuola (budget, valutazione, progetti finanziati) e un registro nazionale dei docenti per aiutare i presidi a migliorare la propria squadra e l'offerta formativa.

- SBLOCCA SCUOLA. Coinvolgimento di presidi, docenti, amministrativi e studenti per individuare le 100 procedure burocratiche più gravose per la scuola. Per abolirle tutte.

- SCUOLA DIGITALE. Piani di co-investimento per portare a tutte le scuole la banda larga veloce e il wi-fi. Disegnare insieme i nuovi servizi digitali per la scuola, per aumentarne la trasparenza e diminuirne i costi.

- CULTURA IN CORPORE SANO. Portare musica e sport nella scuola primaria e più storia dell'arte nelle secondarie, per scommettere sui punti di forza dell'Italia.

- ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO OBBLIGATORIA. Alternanza scuola-lavoro obbligatoria negli ultimi tre anni degli istituti tecnici e professionali per almeno 200 ore l'anno e potenziamento delle esperienze di apprendistato sperimentale.

- NUOVE ALFABETIZZAZIONI. Rafforzamento del piano formativo per le lingue straniere, a partire dai sei anni. Competenze digitali: coding e pensiero computazionale nella primaria e piano 'Digital makers' nella secondaria. Diffusione dello studio dei principi dell'Economia in tutte le secondarie.

- PER L'ASSUNZIONE DEI PRECARI STANZIATI 3 MILIARDI. Per assumere 148.100 nuovi docenti saranno necessari circa 3 miliardi di euro. Per l'esercizio finanziario 2015, primo anno di attuazione del piano, sarà quindi necessario impegnare 1 miliardo da settembre a dicembre.

- LA SCUOLA PER TUTTI, TUTTI PER LA SCUOLA. Stabilizzare il Fondo per il Miglioramento dell'offerta formativa (Mof), renderne trasparente l'utilizzo e legarlo agli obiettivi di miglioramento delle scuole. Attrarre risorse private (singoli cittadini, fondazioni, imprese), attraverso incentivi fiscali e semplificazioni burocratiche.

Correlati

Potresti esserti perso