Divieto Fecondazione Eterologa 140409160047
FECONDAZIONE 4 Settembre Set 2014 1538 04 settembre 2014

L'eterologa costa al Ssn 6,6 milioni di euro l'anno

Il nodo è la 'giungla' delle tariffe. L'esperta: «Serve omogeneità».

  • ...

Il divieto di fecondazione eterologa è stato definito incostituzionale.

Ora che è arrivato l'ok alle linee guida, è anche tempo di fare i conti.
Quanto costa la fecondazione eterologa al Servizio sanitario nazionale (Ssn) per garantire la gratuità alle donne in età fertile (under 43)?
Circa 6,6 milioni di euro. Almeno stando a una prima stima approssimativa.
Il trattamento infatti è incluso nei Livelli essenziali di assistenza (Lea), ovvero senza costi o con una compartecipazione economica da parte del cittadino.
Il calcolo è dell'avvocato Mariapaola Costantini, responsabile settore procreazione di Cittadinanzattiva-tribunale per i diritti del malato, la quale ha rilevato come, in ogni caso, questo «rappresenterebbe un costo sostenibile».
OGNUNA A 3 MILA-3.200 EURO. Considerando che il costo standard medio che la Regione deve affrontare per una fecondazione omologa «è oggi pari a circa 2.500-2.700 euro, vanno calcolati i costi aggiuntivi legati all'eterologa, dal potenziamento necessario dei sistemi di crioconservazione dei gameti ai percorsi per i donatori. Su questa base, si può stimare il costo a carico delle Regioni per una eterologa come pari a circa 3 mila-3.200 euro», ha spiegato Costantini.
A tale costo però «va sottratta la compartecipazione attraverso il ticket da parte dei cittadini, che potrebbe prevedersi intorno ai 1.000 euro».
IN 3 MILA ANDAVANO ALL'ESTERO. Se si considera inoltre che, secondo le ultime stime dell'Osservatorio sul turismo procreativo, sono oltre 3 mila l'anno le coppie italiane che si recano all'estero per ottenere l'eterologa, ha notato l'avvocato, «possiamo stimare in circa 6,6 milioni di euro il costo approssimativo che l'eterologa avrebbe per il Ssn».
Il problema vero, però, ha osservato l'esperta, «è l'attuale 'giungla' delle tariffe nelle Regioni. La situazione è infatti quanto mai diversificata: oggi, la fecondazione omologa è ufficialmente solo nei Lea di pochissime Regioni, come Toscana, Piemonte e Veneto. Ma se in Toscana i cittadini pagano 500 euro di ticket per l'omologa, in Sicilia il costo arriva a 2 mila euro ed in Lombardia il ticket costa invece 36,15 euro».
In vista dell'introduzione dell'eterologa nei Lea dunque, il problema «è prevedere un'omogeneità di costi standard e procedure, per arrivare a una pratica comune in tutte le Regioni».
«NON È UNA CIFRA INSOSTENIBILE». A ogni modo il costo stimato «non rappresenta una cifra insostenibile».
Intanto, dopo il via all'Ospedale Careggi di Firenze alle visite per le prime coppie che hanno richiesto l'eterologa, nelle altre Regioni si preparano a effettuare la pratica i Centri di Cecos Italia (l'associazione che raggruppa i maggiori Centri italiani privati e convenzionati di fecondazione assistita).

Correlati

Potresti esserti perso