Renzi Nato Ucraina 140905070250
TENSIONI INTERNE 5 Settembre Set 2014 1450 05 settembre 2014

Renzi: «Da certa polizia toni non accettabili»

Il premier: «Poco da discutere così. Qualcuno forse non vuole l'intesa».

  • ...

Il premier Matteo Renzi al vertice Nato in Galles.

Oltre a Nato, crisi internazionali e lotta al terrorismo c'è anche la solita politica interna.
Così il premier Matteo Renzi da Newport, in Galles, dove era in programma il vertice Nato, ha dovuto rispondere anche alle domande sui temi caldi italiani. Come il minacciato sciopero delle forze di sicurezza per il mancato sblocco degli stipendi statali.
«Toni decisamente inaccettabili, che fanno in alcuni casi venire meno la convinzione della volontà di alcuni rappresentanti dei sindacati di trovare un punto di intesa», ha detto il presidente sulla protesta della polizia.
«NON ACCETTIAMO RICATTI». «Se il tono di chi protesta è quello del confronto, allora porte aperte. Se il tono è quello del ricatto, non lo accetteremo».
Insomma «con questi toni c'è poco da discutere», ha aggiunto Renzi.
«CERNOBBIO? SARÒ DOVE SI INVESTE». Il capo del governo ha parlato anche della sua assenza al workshop Ambrosetti di Cernobbio: «Domani sarò a inaugurare una rubinetteria a Brescia, sarò lì dove le imprese investono, ne girerò tante. Le polemiche sulle assenze e le presenze, anche rispetto alle situazioni internazionali di cui abbiamo parlato, non le capisco».

Correlati

Potresti esserti perso