Berlusconi 130318130218
PROGETTO POLITICO 8 Settembre Set 2014 2127 08 settembre 2014

Berlusconi ha problemi alla vista. Ma vuole una coalizione col Ncd

Il Cav con l'uveite corteggia Alfano.

  • ...

Silvio Berlusconi.

L'ex Cavalier dall'occhiale scuro è pronto a riabbracciare i vecchi alleati. Per mero calcolo politico.
Silvio Berlusconi ha l'agenda fitta di appuntamenti, ma un antico problema rischia di complicargli i piani.
L'uveite, guaio agli occhi che lo colpì anche nel 2013.
Quella volta (Ghedini diede la colpa a un dito nell'occhio), se non altro, servì ad allentare la morsa dei processi che lo riguardavano.
Ora gli farà saltare 'solo' il rientro a palazzo Grazioli previsto per martedì 9 settembre.
OCCHIALI ANCHE AL CHIUSO. L'infiammazione all'occhio sinistro sarebbe infatti peggiorata tanto da costringere l'ex capo del governo a indossare di nuovo gli occhiali da sole anche negli spazi chiusi.
In forse dunque gli appuntamenti a Roma, non l'atteso faccia a faccia con il premier Matteo Renzi, dopo la metà del mese.
Bloccato ad Arcore, Berlusconi è stato aggiornato dai fedelissimi sui dossier aperti. Uno su tutti, le trattative intavolate con gli ex alleati in vista delle elezioni regionali.
NUOVA VECCHIA COALIZIONE. Si punta a ricostruire una coalizione di centrodestra che tenga insieme Nuovo centrodestra, Lega Nord e Forza Italia.
Aperto anche il dibattito sulle primarie, cavallo di battaglia di Raffaele Fitto che in Puglia ha già avviato la macchina organizzativa, ma su cui il Cav nutre diverse perplessità.
SILVIO VUOLE RIALLACCIARE I FILI. Calabria ed Emilia Romagna sono chiamate al voto nel mese di novembre e Berlusconi punta alle elezioni regionali come banco di prova per riallacciare i fili della coalizione e in particolare con gli ex compagni di partito alfaniani.
Contatti tra Ncd e Fi sono in corso ormai da tempo, l'ultimo l'8 settembre tra Altero Matteoli e Gaetano Quagliariello.
Una delle richieste di Ncd è che se si dovesse siglare un accordo lo si farebbe generale per tutte le regioni e non a 'macchia di leopardo'.
OK DI ALFANO, MALUMORI NEL PARTITO. Angelino Alfano sarebbe propenso al sì. Anche se nel partito c'è più di qualche mal di pancia. E il Pd di Matteo Renzi, alleato di governo del Ncd, come la prenderebbe?

Correlati

Potresti esserti perso