Richetti 140909143604
GUAI GIUDIZIARI 9 Settembre Set 2014 1845 09 settembre 2014

Emilia Romagna, Matteo Richetti (Pd) indagato per peculato

La notizia dopo l'annuncio del ritiro. Sotto inchiesta otto consiglieri Pd.

  • ...

Matteo Richetti.

Matteo Richetti, il deputato del Partito democratico che si è ritirato dalla corsa alle primarie del centrosinistra in Emilia Romagna, risulta indagato nell'inchiesta della procura di Bologna sulle spese dell'Assemblea legislativa di cui è stato anche presidente.
Con lui anche Stefano Bonaccini, candidato alle primarie del centrosinistra in Emilia-Romagna e segretario regionale autosospeso del Pd, e altri sei consiglieri regionali dem.
LA PROCURA NON COMMENTA. Stando a quanto filtrato da ambienti politici, nei giorni scorsi alcuni esponenti dem si sarebbero recati in procura, attraverso i propri avvocati, a fare istanza ex articolo 335 per sapere se ci sono procedimenti a proprio carico e tra questi, appunto, Matteo Richetti, assistito dall'avvocato Gino Bottiglioni, che lo ha visionato e ha fatto richiesta di avere copia degli atti. Nessun commento né conferma è arrivata dalla procura, per mezzo del procuratore aggiunto e portavoce Valter Giovannini.
ESPOSTO DEL M5S. Sul conto di Richetti era stato aperto un procedimento a parte, su esposto del consigliere del Movimento 5 stelle Andrea Defranceschi (poi sospeso da Grillo e Casaleggio) sull'uso delle auto blu «da casa e per casa» nel periodo in cui Richetti fu presidente del Consiglio regionale.
FORSE COINVOLTI ALTRI GRUPPI. È probabile che le iscrizioni non riguardino esclusivamente esponenti del Pd ma anche altri gruppi, così come è possibile che il numero di persone coinvolte aumenti.

Correlati

Potresti esserti perso