Berlusconi Mariarosaria Rossi 140912133629
SCONTRO 12 Settembre Set 2014 1337 12 settembre 2014

Forza Italia, Fitto: «Rossi non può dare patenti»

L'eurodeputato contro il tesoriere.

  • ...

La senatrice di Forza Italia Mariarosaria Rossi accanto a Silvio Berlusconi.

La rottura, dentro Forza Italia, sembra a un passo dal consumarsi. Le casse vuote e il ruolo assegnato dal leader del partito al tesoriere Mariarosaria Rossi hanno alzato il livello di tensione, con un Raffaele Fitto sempre più combattivo e distante dalle posizioni del Cav.
«ALLIBITO». «Lascia allibiti il fatto che Berlusconi possa consentire alla senatrice Rossi di distribuire, controllare, rilasciare o ritirare patenti sulla legittimità dello stare nel partito, e sulla correttezza o meno delle opinioni e delle tesi politiche altrui», ha sbottato sul suo blog l'eurodeputato pugliese.
«Ritengo che né la senatrice Rossi né altri, in un movimento liberale possano anche solo lasciar intendere nulla di simile. Così come ritengo che né la senatrice Rossi né altri abbiano titoli o legittimazione tecnico-giuridica e statutaria nonché politica per ipotizzare cose di questo genere», ha aggiunto riferendosi all'ipotesi di esclusione dal partito per alcuni membri.
«FORTE DISAGIO PER IL METODO». Fitto ha quindi concluso: «Credo che sia sempre più forte il disagio per un metodo che addolora e lascia perplessi. E lo dice - sia ben chiaro - chi, come me, ha sempre ritenuto e ritiene che Fi sia stata, sia e sarà ancora anche casa propria».
IL CAV VUOLE ISOLARE FITTO. L'ordine di scuderia imposto da Berlusconi, nel frattempo, è stato duplice: evitare di commentare le parole della fedelissima Rossi e, contemporaneamente, isolare Fitto, considerato il capofila dei dissidenti. L'ennesima guerra 'tra cane e gatto' (così viene bollato il botta e risposta tra i due), non entusiasma certo Silvio Berlusconi che, però, si trova a dover gestire una situazione ormai al collasso: la fronda interna ormai insofferente agli 'ordini' che arrivano da Arcore e ora, dopo il passo indietro di Antonio Catricalà, di nuovo il nodo Consulta.
Che Berlusconi sia ormai stufo di Fi è cosa nota, tanto che qualche sera fa con alcuni ospiti, si sarebbe dilungato a elencare tutti gli aspetti negativi. Il botta e risposta tra Fitto e la Rossi è solo un nuovo esempio di una situazione ormai ingestibile.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso