SCELTA 18 Settembre Set 2014 1530 18 settembre 2014

Referendum Scozia, duello all'ultimo voto: spoglio al via alle ore 23

Seggi chiusi alle 23 italiane. Alle urne l'80% degli aventi diritto. Testa a testa.

  • ...

Gli scozzesi hanno votato al referendum che potrebbe sancire la separazione dal Regno Unito, una scelta che oltre a spaccare la Gran Bretagna potrebbe avere significative conseguenze su tutto il continente: far crollare la sterlina, scuotere borse e mercati o innescare un'ondata di voti secessionisti.
URNE CHIUSE ALLE 23. Le urne si sono aperte alle 7 locali (le 8 in Italia) di giovedì 18 settembre e si sono chiuse alle 22 (le 23 in Italia). Quindi l'inizio dello spoglio. L'esito finale è previsto solo per la prima mattinata di venerdì 19 settembre.
Il primo e provvisorio 'opinion poll' dava il 54% per il no, il 46% per il sì.
L'80% AL VOTO. Circa l'80% dei 4.285.323 elettori aventi diritto al voto si sono recati alle urne secondo le ultime stime disponibili: un'affluenza record.
I sondaggi dell'ultimo minuto sono quattro: tre dicono 52 a 48 per i fedelissimi di Londra, uno si spinge fino alla quasi parità, 51 a 49.
C'è tuttavia un margine di errore del 3 per cento, gli esperti ammoniscono che le urne potrebbero produrre un risultato capovolto (su Facebook, ad esempio, ci sono più post per il «sì») o viceversa più netto in favore dell'unità nazionale.
L'incertezza ha costretto Alistair Darling, ex cancelliere dello scacchiere e capo di «Better Together» il comitato degli unionisti, ad ammettere: «Si decide sul sul filo di lana».
In definitiva è più probabile la vittoria del no ma non è certa.

SALMOND: «FACCIAMOLA!». «Facciamola!», ha comunque esorteto il primo ministro Salmond in una lettera aperta agli scozzesi, sottinteso l'indipendenza: «Lo spazio per le parole è quasi esaurito», ha scitto. «Restiamo noi, la gente che vive e lavora qui, gli unici che votano, coloro che contano. Il futuro della Scozia, il nostro paese, è nelle nostre mani».
GORDON BROWN: «INDIPENDENZA È TRAPPOLA ECONOMICA». Non fatelo, ha scongiurato nel campo avverso l'ex premier laburista e scozzese doc Gordon Brown: «L'indipendenza è una trappola economica da cui non potrete più scappare, i problemi già noti sono meglio delle possibilità dell'ignoto, restando in Gran Bretagna avrete il meglio di due mondi, grande autonomia e sicurezza».

Correlati

Potresti esserti perso