Nichi Vendola 140619205557
POLEMICA 20 Settembre Set 2014 1730 20 settembre 2014

Lavoro, Vendola attacca Renzi: «Realizzi i sogni della destra»

Il leader di Sel in un video al premier: «Con la tua riforma rendi tutti precari».

  • ...

Nichi Vendola.

Se il giorno dopo la polemica con Renzi sulla riforma del lavoro i sindacati hanno teso una mano al governo, chi non ha ammorbidito i toni della critica è Nichi Vendola. «Caro Matteo Renzi, ti accingi a realizzare il grande sogno della destra politica ed economica, abbattere tutte le regole che danno dignità e diritti a chi è nel mondo del lavoro», ha attaccato il presidente della Regione Puglia e leader di Sel, in una video-lettera al premier. «E lo fai», ha proseguito Vendola nel suo messaggio, «con un argomento che è sgradevole e insopportabile: evochi i mancati diritti dei precari, la condizione dei co-co.co, dei co.co.pro., di coloro che magari a 50 anni sono senza lavoro e senza cassa integrazione, di quelle donne che non hanno diritto all'indennità di maternità, racconti di un mondo di senza diritti e prospetti che coloro che hanno alcuni diritti rappresentano una specie di scandalo e allora l'eguaglianza significa niente diritti per tutti».
«QUESTA È LA FINE DI UN'IDEA DI RIFORMA». «Questa non è una grande riforma», ha proseguito la video-lettera, «è la fine di un'idea di riforma del mercato del lavoro che metta al centro il valore, la dignità di ogni lavoratore e lavoratrice. Bisognerebbe fare il contrario: dare diritti a chi non ce li ha, non togliere diritti a chi ce li ha, lottare contro la precarietà e non fare come fai tu, rendere tutti precari. Per questo», ha concluso Vendola, «noi saremo ostinatamente, fortemente contrari a questa controriforma che offende la cultura democratica del nostro Paese».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso