Luca Lotti 140729193320
RIFORME E POLEMICHE 22 Settembre Set 2014 1700 22 settembre 2014

Lavoro, Lotti: «Chi ha perso primarie non detta linea»

Il sottosegretario risponde alla minoranza Pd che prepara gli emendamenti al Jobs Act.

  • ...

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Luca Lotti e il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi.

Sulla riforma del lavoro continua il dibattito forte dentro il Partito democratico.
Il sottosegretario Luca Lotti si è rivolto così alla minoranza del partito, che chiedeva il mantenimeno del reintegro nella futura organizzazione del lavoro: «Ricordo a D'Attorre che il segretario del Pd è stato scelto con le primarie sulla base di un programma chiaro. Qualcun altro ha perso le primarie e ora non solo pensa di dettare la linea ma lo fa prima ancora che si svolga una discussione nei luoghi preposti, come è la direzione del partito».
«DA RIFORMA LAVORO PASSA IL CAMBIAMENTO». «Dalla riforma del mercato del lavoro», ha spiegato Lotti, «passa la spinta di cambiamento di cui hanno bisogno il Paese e soprattutto tutti quelli che in questi anni sono rimasti fuori dalle tutele. Qui si tratta del futuro di milioni di giovani non di far sopravvivere retaggi ideologici».
PRONTI EMENDAMENTI DA MINORANZA. Ma intanto la minoranza Pd non si arrende e ha intenzione di presentare emendamenti al Jobs Act su garanzia della copertura finanziaria per il contratto a tutele crescenti, riduzione della pletora dei contratti precari e 'stop' all'aumento dei voucher.
A rivelarlo il senatore Miguel Gotor, che ha convocato una riunione per la sera del 22 settembre.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso