Obama 140908185728
PIANO 22 Settembre Set 2014 2100 22 settembre 2014

Usa, Obama rilancia le armi nucleari: 1.000 miliardi in 30 anni

Il New York Times rivela: cambio di rotta del presidente Nobel per la pace.

  • ...

Barack Obama.

Gli Usa starebbero portando avanti un programma atomico che nei prossimi tre decenni potrebbe arrivare a toccare investimenti per mille miliardi di dollari. L'indiscrezione, riportata sulle pagine del New York Times, ha del clamoroso soprattutto in relazione alla campagna per un mondo libero dal nucleare della quale il presidente americano Barack Obama ha fatto degli obiettivi principali della politica di difesa americana e che gli è valsa il premio Nobel per la pace.
CAMBIO DI ROTTA PER L'ESCALATION DI CRISI GEOPOLITICHE. Se il piano originale dell'amministrazione Obama, ha spiegato il quotidiano, prevedeva un rinnovo modesto dell'arsenale nucleare Usa per favorire nuovi trattati di pace, l'escalation delle crisi geopolitiche dell'ultimo periodo avrebbe spinto la Casa Bianca verso un cambio di rotta.
Secondo gli analisti, infatti, con la Russia sul sentiero di guerra, la Cina che preme per le proprie rivendicazioni territoriali e il Pakistan che sta espandendo il proprio arsenale, le possibilità di un piano di disarmo da parte di Obama sembrano sempre più fioche.
PIANO DI RINNOVO PER 8 FABBRICHE E LABORATORI NUCLEARI. «A segnare la svolta è stata soprattutto l'invasione di Putin di Ucraina», ha spiegato Gary Samore, consigliere di Obama sul nucleare durante il primo mandato e ora studioso di Harvard. «Questo ha reso l'adozione di eventuali misure per ridurre le scorte politicamente impossibile». Il governo sta portando avanti il suo piano di rinnovo per otto fabbriche e laboratori nucleari, che impiegano oltre 40 mila persone in tutto il Paese.
«L'amministrazione Obama», ha scritto il Nyt, «è impegnata in una ricostruzione che vedrà un complesso atomico significativamente modernizzato a fronte di una riduzione modesta».
IL BILANCIO UN POSSIBILE FRENO. A limitare l'espansione del programma atomico, più che le idee, potrebbe tuttavia essere il bilancio. Se l'impianto di Kansas City, in Missouri, è considerato un successo, in altri casi il processo di modernizzazione è impantanato tra ritardi e problemi di costi. L'amministrazione Obama starebbe insistendo sul fatto che i miglioramenti dell'arsenale nucleare siano vitali per renderlo più ridotto, flessibile, e meglio in grado di soddisfare la visione originale del presidente. «L'intero progetto di modernizzazione», ha assicurato il vice segretario all'Energia, Daniel Poneman, «ci permette di fare riduzioni».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso