Ferruccio Bortoli Direttore 140731134837
REPLICA 26 Settembre Set 2014 1724 26 settembre 2014

La massoneria chiede rispetto a De Bortoli

Respinte le accuse di ingerenze nel patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi.

  • ...

Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera.

La massoneria scende in campo contro Ferruccio De Bortoli. Dopo l'editoriale del 24 settembre in cui il direttore del Corriere della Sera ha parlato di «stantio odore di massoneria» nel patto del Nazareno tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi, è arrivata la replica di Stefano Bisi, Gran maestro del Grande Oriente d'Italia (Goi).
Quest'ultimo si è detto «ferito» dalla frase di De Bortoli che rappresenta «un passaggio sicuramente suggestivo ed evocativo per colpire l'immaginario collettivo e l'opinione pubblica, ma che non rispetta il passato, il presente e il futuro dei tanti Fratelli che portano e sventolano a testa alta il labaro del Goi ed i valori della massoneria».
«L'ORDINE MERITA RISPETTO». Un aggettivo, quello stantio, che «paragona una plurisecolare e nobile istituzione e la sua tradizione ricca di valori e ideali a un alimento cattivo. Oppure, parlando in termini più astratti, la massoneria sarebbe intesa, in un'altra accezione dello stesso vocabolo, come una cosa non più valida, fuori uso, fuori moda».
Secondo Bisi l'ordine «merita rispetto» anche perché «riceve da sempre telegrammi e attestati di stima ufficiali, in occasione delle sue annuali ricorrenze, da parte delle massime cariche istituzionali, presidente della Repubblica in testa. Ciò per la solidarietà che elargisce e perchè da sempre si batte per l'elevazione dell'uomo, e il miglioramento dell'Umanità. Altro che ammuffito, sgradevole o indigesto».
NESSUN PATTO OCCULTO. Il Grande Oriente d'Italia, ha concluso Bisi, «non conosce, non pratica e non partecipa a patti occulti e ambisce a un solo potere: quello che ciascuna persona possiede e con il quale può - se lo vuole - trasformare se stessa, migliorandosi e diventando degna di essere una piccola scintilla del grande fuoco dell'umanità».

Correlati

Potresti esserti perso