Rifugiati Australiani 110902124624
IMMIGRAZIONE 26 Settembre Set 2014 1152 26 settembre 2014

Rifugiati, Unhcr: «330 mila richieste di asilo, +24%»

A fine 2014 le domande saranno 700 mila: il più numero alto da 20 anni.

  • ...

Rifugiati dello Sri Lanka, dell'Afghanistan e dell'Iraq arrivati sulle coste australiane.

Un rapporto dell'Alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati (Unhcr), pubblicato il 26 settembre, ha rivelato che nella prima metà del 2014 il numero di persone in cerca di asilo nei Paesi industrializzati è continuato a salire, tanto che a fine anno queste richieste rischiano di toccare il livello più alto dai tempi della guerra in Jugoslavia.
Ciò è dovuto alla situazione di tensione che attraversa Siria e Iraq, nonché ai conflitti e alle condizioni di instabilità che caratterizzano Paesi come l'Afghanistan e l'Eritrea.
Il nuovo rendiconto sulle tendenze in materia di asilo, basato sui dati ricevuti da 44 governi in Europa, Nord America e Asia, ha segnalato che sono 330.700 mila le persone che hanno chiesto asilo in questi Paesi tra l'inizio di gennaio e la fine di giugno.
AUMENTO DEL 24% SUL 2013. Un aumento del 24% rispetto all'anno precedente. Considerato che generalmente nel secondo semestre dell'anno si assiste a un incremento nel numero di richieste di asilo, il rapporto ha previsto che nel 2014 si potrebbe arrivare fino a 700 mila domande: il numero più elevato da 20 anni a questa parte.
24 MILA RICHIESTE IN ITALIA. Nonostante i dati forniti dall'Unhcr abbiano indicato un aumento netto complessivo di nuove domande, più di due terzi di queste sono state presentate in soli sei Paesi: Germania (circa 65.700 mila), Stati Uniti (52.800 mila), Francia (29 mila), Svezia (28.500 mila), Turchia (27.700 mila) e Italia (circa 24.500 mila).
In Europa centrale, in particolare in Ungheria e in Polonia, così come in Australia, si è assistito a un calo del numero di persone che hanno chiesto di essere riconosciute come rifugiati.
In Australia sono state presentate solo 4.600 mila domande: un calo del 20% rispetto all'anno precedente. In Polonia il numero è sceso a 3.300 mila (-65%) e in Ungheria a 4.800 mila (-58%).
I RIFUGIATI SONO PRINCIPALMENTE SIRIANI. Nel complesso, la Siria è il principale Paese di origine dei richiedenti asilo, con un aumento di più del doppio: 48.400 mila domande rispetto alle 18.900 mila nello stesso periodo del 2013.
Dall'Iraq, dove quest'anno centinaia di migliaia di persone sono state costrette alla fuga, sono venute 21.300 mila richieste di asilo, seguito dall' Afghanistan (19.300 mila) e dall'Eritrea (18.900 mila).
A livello mondiale, alla fine del 2013, si contavano 51.2 milioni di migranti forzati.

Correlati

Potresti esserti perso