Alfano 140805133313
TERRORISMO 29 Settembre Set 2014 1210 29 settembre 2014

Isis, Alfano: «L'allerta per l'Italia è elevatissima»

Il ministro: «Servono norme efficaci». 48 italiani tra le file dei terroristi.

  • ...

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato che in Italia l'allerta per contrastare il fenomeno dell'Isis è elevatissima.
«La minaccia del terrorismo, che ha assunto nuove forme e modalità operative, richiede progressi rapidi sul piano normativo, e mi riferisco alla direttiva sul Passenger name record (che si sta valutando di estendere, ndr) e anche sul piano operativo. Più sicurezza delle infrastrutture critiche, dei trasporti aerei, miglioramento dei metodi di valutazione congiunta della minaccia e scambio di informazioni, più capacità di risposta nei contesti di crisi», ha detto il ministro a margine di una conferenza di alto livello sulla sicurezza a Bruxelles il 29 settembre.
«NON C'È UNA MINACCIA SPECIFICA PER L'ITALIA». «L'allerta per l'Italia è elevatissima, pur in assenza di una minaccia specifica, ma lo è perché l'Italia è parte di quella grande coalizione internazionale che contrasta il terrorismo, perché è la sede della cristianità, e ha fatto scelte importanti anche in parlamento negli ultimi mesi», ha aggiunto Alfano.
«MONITORARE IL FENOMENO DEI FOREIGN FIGHTERS». A livello Ue «credo che occorra rafforzare la registrazione dei passeggeri in ambito Schengen per quanto riguarda voli e transiti, per monitorare al meglio la possibilità che qualche europeo vada su quei teatri di guerra a combattere, e che magari, dopo essersi ulteriormente radicalizzato, torni indietro con la volontà di realizzare quella strategia dei mille tagli che serve a dissanguare il nemico, come sostengono i teorici dell'Isis», ha spiegato il ministro.
Per rafforzare il contrasto al terrorismo, Alfano ha spiegato di avere previsto «norme molto severe» e di «essere pronto a portarle di fronte a governo e parlamento».
48 ITALIANI TRA I COMBATTENTI DI ISIS. Secondo le autorità sono 48 i cittadini italiani hanno scelto di arruolarsi nelle file dell'Isis. Lo ha confermato a Sky tg24 Claudio Galzerano, il direttore della Divisione antiterrorismo internazionale dell'Ucigos (la polizia di prevenzione): «È stata creata una lista consolidata che ci permette di conoscere esattamente le dimensioni del fenomeno in tutte le sue differenti sfumature. Siamo, tra tutte le persone coinvolte nella problematica, al di sotto delle 50 unità», precisamente 48.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso