Seggi Voto Province 140929202645
SEGGI 29 Settembre Set 2014 2027 29 settembre 2014

Voto metropoli, affluenza supera l'85%

Election day per città metropolitane e nuove province. Ottima partecipazione.

  • ...

Il dato sull'affluenza ha superato mediamente l'85% degli aventi diritto.

Parte col piede giusto il primo election day per le città metropolitane e le nuove province.
Il dato sull'affluenza, che ha superato mediamente l'85% degli aventi diritto, viene giudicato positivamente dal ministro per gli Affari Regionali e dai presidenti di Anci e Upi.
«Si tratta di un segnale molto positivo», ha affermato Maria Carmela Lanzetta assieme al sottosegretario Gianclaudio Bressa. «Risultato molto positivo», hanno fatto eco i presidenti di Anci e Upi, Piero Fassino e Alessandro Pastacci.
«NASCERANNO ORGANISMI NUOVI». Dall'analisi dei dati, hanno rilevato Lanzetta e Bressa, «emerge chiaramente l'indicazione che la legge Delrio è ormai una realtà concreta e positiva sui nostri territori. Il cambiamento del nostro assetto di governo locale è in atto e da questo voto di secondo livello nasceranno organismi nuovi, al servizio dei Comuni e delle amministrazioni che saranno sempre più protagonisti delle scelte per la valorizzazione del loro territorio».
Si accodano al giudizio Fassino e Pastacci, secondo i quali il risultato del voto «dimostra che la riforma delle Province e la nascita delle Città metropolitane è stata colta dagli amministratori locali come una innovazione istituzionale, la costituzione cioè di un ente nel quale Sindaci e Consiglieri comunali sono protagonisti per assicurare la tutela e lo sviluppo sia delle grandi aree urbane che del resto dei territori».

Consigli metropolitani

GENOVA. La percentuale dei votanti per il Consiglio metropolitano è stata dell'84,6% del totale (691 su 815 aventi diritto).
Su 18 Consiglieri totali, 13 vanno alla lista 'Costituente per la Città metropolitana', 3 a 'Comuni e comunità' e 2 a 'Liste civiche noi per l'area vasta-Liberi di scegliere'. Il consiglio metropolitano sarà composto da 6 Sindaci e 12 Consiglieri.
FIRENZE. Ha fatto registrare la più alta percentuale di votanti tra i Consigli metropolitani, il 92,1% (635 votanti su 688).
In Consiglio metropolitano entrano 14 eletti nella lista Pd e 1 Consigliere per ciascuna delle liste 'Città metropolitana Territori Beni Comuni', 'Forza Italia', 'Movimento 5 Stelle', 'Liste civiche per la Città Metropolitana'. Il Consiglio sarà composto da 18 consiglieri.
BOLOGNA. Dei 18 seggi a disposizione, 12 vanno al Pd, 3 a 'Uniti per l'alternativa' e 1 ciascuno alle liste 'Rete civica', 'Movimento 5 Stelle-Beppegrillo.it', 'Sinistra per i beni comuni'. Degli 834 aventi diritto ha votato l'84,53% (705 sindaci e consiglieri comunali).
MILANO. Per i 24 seggi in lizza hanno votato 1.657 sindaci e consiglieri comunali su 2.054, (80,6%). Quattordici sono andati alla lista 'Centrosinistra per la Città metropolitana', 6 alla lista 'Insieme per la Città metropolitana', 2 a 'Lega Nord - Lega Lombarda-Padania' e 2 alla 'Lista Civica Costituente Per La Partecipazione-La Città dei Comuni'.

Province

TARANTO. Affluenza del 96,4% con 457 votanti su 474 aventi diritto. Nuovo Presidente è il Sindaco di Massafra, Martino Tamburrano (di Forza Italia, elezione che ha suscitato molte polemiche all'interno del Pd locale, secondo il quale molti esponenti dem non avrebbero sostenuto il candidato del partito; e tra gli 'imputati' per la sconfitta figurerebbe a detta di molti anche il segretario regionale del Pd Michele Emiliano).
VIBO VALENTIA. Affluenza alta, pari al 90% con 445 votanti su 490 aventi diritto. Nuovo Presidente è il Sindaco di Briatico, Andrea Niglia.
BERGAMO. Il nuovo Presidente della Provincia è Matteo Rossi, consigliere provinciale uscente. In totale i consiglieri provinciali sono 16.
Al voto ha partecipato il 73,5%, 2.098 elettori su 2.851.
LODI. Il nuovo Presidente è Mauro Soldati, Consigliere provinciale uscente. A votare è stato l'84,1% (595 elettori su 708).
SONDRIO. È stato eletto Luca Della Bitta, Sindaco di Chiavenna. Quanto ai dati di affluenza, ha votato l'83,1% (700 elettori su 840).
FERRARA. Ancora in corso le elezioni per la provincia, al voto il 29 settembre. La chiusura dei seggi è prevista per le ore 20 e gli scrutini per il 30 settembre.

Correlati

Potresti esserti perso