Barack Obama 140929061513
SVOLTA 1 Ottobre Ott 2014 1855 01 ottobre 2014

California, via le armi a chi è pericoloso

I soggetti segnalati alle autorità non potranno più comprare pistole e fucili.

  • ...

Il presidente Usa, Barack Obama.

In America la battaglia contro le armi da fuoco parte dal vecchio West.
La California è infatti il primo stato a stelle e strisce che consentirà a qualunque cittadino di chiedere il sequestro di pistole o fucili ai membri della propria famiglia perché reputati una minaccia per sé o per gli altri.
Dopo che il governatore democratico Jerry Brown ha firmato la legge il primo ottobre i soggetti segnalati potranno essere inseriti in una specifica lista. Agli iscritti sarà proibito l'acquisto di armi anche in futuro.
«EVITARE ALTRE TRAGEDIE». La deputata che ha sponsorizzato il progetto di legge, Nancy Skinner, ha commentato: «Questo provvedimento mostra la leadership della California sul fronte degli sforzi per fermare le violenze legate a pistole e fucili, e fornisce uno strumento molto efficace per intervenire prima che si verifichi una tragedia».
Diversi stati americani hanno approvato leggi che permettono alle forze dell'ordine di presentare un'istanza al fine di togliere le armi da fuoco alle persone considerate pericolose, ma sino ad ora non era mai stato consentito anche ai membri della famiglia di fare altrettanto.
Si tratta perciò di una vera svolta per lo stato californiano.
Ora si attende che a livello federale passi la legge dei background check: i controlli preventivi su chi vuole comprare pistole o fucili per verificare se i possibili acquirenti siano persone con problemi psichici o con precedenti penali.
Il provvedimento è fortemente sostenuto dal presidente americano Barack Obama, ma è osteggiato dai rivenditori e dalla National rifle association (Nra), la potente lobby delle armi in Usa. Per questo motivo il decreto è da tempo fermo al Congresso.

Correlati

Potresti esserti perso