Renzi 140917111314
DECRETO LEGGE 1 Ottobre Ott 2014 1828 01 ottobre 2014

Dl stadi, Renzi: «Le società di calcio paghino gli straordinari alla polizia»

Le ore extra a loro carico. Tavecchio dice no e chiede un confronto: ignorato.

  • ...

Il decisionismo di Matteo Renzi questa volta ha piegato le resistenze della Federcalcio.
Tema in questione: la violenza negli stadi.
Un decreto legge ad hoc introduce un contributo dei club per i costi della sicurezza durante gli eventi sportivi (in percentuale sugli incassi da botteghino).
FIGC: «NO DEMAGOGIE». Ma al presidente della Figc Carlo Tavecchio l'idea non è piaciuta: «Occorre subito un confronto per evitare inutili demagogie, serve chiarezza», ha detto.
Stessa posizione del n.1 della Lega di Serie A Maurizio Beretta riguardo l'emendamento al decreto stadi approvato dalle commissioni Giustizia e Affari costituzionali della Camera.
ANNUNCIO SU TWITTER. Peccato che il premier, come al solito, abbia tirato dritto per la sua strada.
E così dopo la questione di fiducia posta dal governo sul decreto legge stadi, ha ribadito la sua proposta su Twitter, in modo secco come esigono i 140 caratteri: «Gli straordinari delle forze dell'ordine impegnate negli stadi devono essere pagati dalle società di calcio, non dai cittadini».

La Figc forse dovrà farsene una ragione. In precedenza aveva ricordato che «il mondo del calcio è consapevole delle ragioni e delle esigenze delle forze dell'ordine, con le quali da tempo si sta lavorando in maniera congiunta e proficua, ma chiede un confronto urgente su competenze e risorse disponibili».
«I CLUB CONTRIBUISCONO GIÀ». Tavecchio ha invitato ad «analizzare con attenzione il contributo già fornito all'erario direttamente dalle società e indirettamente anche attraverso i giochi e le scommesse sportive, al fine di verificare l'intera filiera dei ricavi collegati al gioco del calcio, rispetto alle risorse di cui beneficia». Renzi sarà disposto ad ascoltarlo?

Correlati

Potresti esserti perso