Camusso 140928153752
REAZIONI 1 Ottobre Ott 2014 1303 01 ottobre 2014

Tfr, i sindacati fanno muro contro il governo

Cgil, Cisl e Uil attaccano Renzi. Camusso: «Non si stanno aumentando i salari».

  • ...

La leader Cgil Susanna Camusso.

I sindacati si scagliano contro la proposta del governo Renzi sul trattamento di fine rapporto (Tfr). «Basta speculazioni sul lavoro», ha affermato il segretario aggiunto della Cisl Anna Maria Furlan, designata alla successione di Raffaele Bonanni.
«Il Tfr è meno tassato dello stipendio», ha spiegato, «non vogliamo che in questo modo i lavoratori paghino più tasse anche su quello».
«NON È UN NUOVO BONUS». Le ha fatto eco il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, che ha commentato: «Nessuno dica che si stanno aumentando i salari dei lavoratori: quelli sono soldi dei lavoratori, frutto dei contratti e delle contrattazioni e non una elargizione di nessun governo e non è un nuovo bonus se no, davvero, siamo alla disinformazione».
«Abbiamo posto dei problemi di valutazione e vogliamo capire tre cose molto precise. La prima», ha sottolineato, «è se l'inserimento del tfr in busta paga diventa un aumento della tassazione per i lavoratori o se si mantengono i regimi differenziati di tassazione; la seconda è se il lavoratore vuole investirlo nella previdenza come fa? La terza», ha concluso Camusso, «è che il lavoratore sia libero di decidere».
«RIDURRE LE TASSE SUL LAVORO». Secondo il leader della Uil, Luigi Angeletti «bisogna continuare a ridurre le tasse sul lavoro. Capisco l'intenzione di dire che bisogna avere più soldi in tasca», ha proseguito, «ma non è questa la strada giusta».
Ai sindacati si è unita anche Confartigianato, che con il presidente Diorgio Merletti ha dichiarato: «Sulle misure per far riprendere l'economia abbiamo una visione diversa dal Governo, sulla proposta del Tfr non ci siamo, rischiamo anche di avere dei problemi all'Inps».



Articoli Correlati

Potresti esserti perso