Poletti 140917122707
POLITICA 2 Ottobre Ott 2014 1118 02 ottobre 2014

Jobs Act, Poletti: «Il problema è politico»

Il ministro del Lavoro: «La norma consente già di fare quello che si vuole».

  • ...

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, è intervenuto sul Jobs Act. «C'è una discussione sullo strumento, su come fare a definire la conclusione di questa discussione, tenendo conto che dal punto di vista puramente normativo la norma così com'è scritta ci consente di fare già ciò che si vuole fare», ha sottolineato, «il problema è di tipo politico».
NODO POLITICO. Poletti ha quindi spiegato che sull'eventuale strumento con cui intervenire «non abbiamo ancora deciso, stiamo discutendo».
«Posto che», ha ribadito, «dal punto di vista della norma non abbiamo esigenze, perché, appunto, già consentirebbe di raggiungere gli obiettivi».
A margine di un'audizione in commissione Affari sociali alla Camera, il ministro ha ribadito, pur avendo incassato l'appoggio di Pier Luigi Bersani come il nodo sia dunque di natura politica, sul «come affrontare questa questione».
STRETTA SUL CALENDARIO. Il punto al centro del dibattito è sempre il contratto a tutele crescenti e la possibilità di superare l'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori per i licenziamenti per cause economiche, mantenendo la tutela invece per quelli discriminatori e per la tipologia che riguarda i casi disciplinari. Quanto ai tempi, Poletti ha tagliato corto: «L'8 ottobre iniziamo le votazioni, per quello che è previsto dal calendario».

Correlati

Potresti esserti perso