Renzi 140917111314
MESSAGGIO 2 Ottobre Ott 2014 2017 02 ottobre 2014

Renzi: «Articolo 18 limita libertà di imprenditori»

Il premier a Londra ribadisce le priorità del governo: «Il lavoro prima di tutto».

  • ...

Il premier Matteo Renzi.

In visita a Londra, Matteo Renzi ha incontrato i giornalisti al termine del suo colloquio col premier britannico David Cameron. Il capo del governo ha voluto sottolineare come per far fronte a un quadro economico negativo ed evitare uno scenario di stagnazione e deflazione «serva una discontinuità significativa» nelle politiche economiche dell'Europa. Quindi, una nuova puntura di spillo sull'annosa questione dei conti pubblici, pur ribadendo l'impegno italiano a rispettare il tetto del 3% del rapporto deficit-Pil. «Nessuno può usare espressioni che non rispettino chi decide di non rispettare il parametro di Maastricht», ha detto Renzi, aggiungendo che «l'Europa non è un posto di insegnanti e studenti». Un ulteriore sostegno offerto a François Hollande, dunque, dopo le parole di appoggio del mattino.
«PRIORITÀ AL LAVORO». Tornando ai temi di casa nostra, il premier ha ribadito la priorità dell'esecutivo sul fronto lavoro. «Sono importanti la crescita, ridurre la burocrazia, rilanciare gli investimenti con una nuova idea di giustizia. Ma credo anche che la cosa più importante sia il processo di riforma del mercato del lavoro». Per quanto riguarda i tempi, il premier ha sottolineato che «sarà possibile farla nel prossimo mese al massimo».
E ancora, sull'articolo 18, ha risposto che rappresenta «una mancanza di libertà per gli imprenditori e questo è un problema. Noi vogliamo cancellare questo potere, ma anche pensare al futuro dello stato sociale in Italia», cancellando le divisioni «tra chi ha diritti e chi non ne ha».

Correlati

Potresti esserti perso