Lorenzo Cesa 130307161057
POLITICA 4 Ottobre Ott 2014 1845 04 ottobre 2014

Popolari, Cesa: «Gruppi unici entro il 15 ottobre»

Il segretario dell'Udc: «Impegno in linea con Ppi e Ncd per Costituente popolare».

  • ...

Lorenzo Cesa, segretario dell'Udc.

Sul palco della convention dei Popolari per l'Italia a Matera il segretario nazionale dell'Udc, Lorenzo Cesa, ha annunciato la costituzione dei gruppi unici in parlamento per Udc, Ppi e Ncd «entro il 15 ottobre», «in linea con l'impegno che abbiamo preso insieme ai componenti dell'intergruppo per la 'Costituente popolare'».
«Il campo popolare che non va solamente ricomposto, bensì va ripensato», ha aggiunto il leader dei Popolari per l'Italia di Mario Mauro. Che poi ha lanciato un messaggio al governo «responsabile davanti al Paese di aver sbagliato agenda».
MAURO CITA DANTE SU RENZI. La seconda giornata della convention dei Popolari per l'Italia si è aperta con un flash mob per chiedere «libertà» per Hong Kong. Poi il vicepresidente nazionale, Potito Salatto, ha sottolineato che «l'impegno dei Popolari per l'Italia è quello di dar vita nel nostro Paese a una unificazione di tutti coloro che si riconoscono nel popolarismo europeo in alternativa al socialismo». «La nostra forza politica», ha aggiunto, «deve rompere quello scellerato patto del Nazareno stipulato da Renzi e Berlusconi che non ha ancora prodotto nulla di buono». Al premier, Mauro si è rivolto citando Dante: «Or tu chi se, che vuo' sedere a scranna, per giudicar di lungi mille miglia con la veduta corta d'una spanna? Questa terzina dell'Inferno si riferiva al re Capaneo, simbolo della superbia. Evidentemente Dante, che era di Firenze, descriveva così anche lo spirito di qualche abitante della sua città, che oggi non ha la lucidità di comprendere la complessità della situazione economica e sociale del nostro Paese», ha concluso il leader dei Popolari per l'Italia.

Correlati

Potresti esserti perso