Fiom Landini 130122115711
PROTESTA 4 Ottobre Ott 2014 1648 04 ottobre 2014

Roma, manifestazione contro la riforma del lavoro

Vendola, Civati e Landini: no alle modifiche dell'articolo 18 e alle misure di austerity.

  • ...

Il segretario generale della Fiom Maurizio Landini.

In piazza per una coalizione dei diritti e del lavoro che, da sinistra, sappia sfidare il governo Renzi. Il 4 ottobre si è svolta in piazza Santi Apostoli a Roma la manifestazione «Fate il lavoro, non la crisi» di Sinistra ecologia e libertà (Sel), a cui hanno partecipato anche Pippo Civati del Pd e il leader della Fiom, Maurizio Landini.
L'obiettivo è chiedere la realizzazione di una nuova politica economica, in Italia e in Europa, che chiuda una volte per tutte il tempo dell'austerity, mentre nel Paese continua il dibattito sulla riforma dell'articolo 18.
IL GOVERNO PENSA ALLA FIDUCIA. Da un lato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, ha esortato il governo a non cedere sulla modifica di una norma che, a suo parere, «distrugge posti di lavoro». Dall'altro il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha escluso «al momento» l'ipotesi di porre la fiducia sul Jobs act, anche se si avvicina il momento della verità in Aula.
ALTERNATIVA DI SINISTRA. La presenza alla manifestazione di Nichi Vendola, Landini, Civati, Curzio Maltese (lista Tsipras) e rappresentanti delle associazioni studentesche indica la ricerca di formare un'alternativa pensante alla sinistra del governo, che vada al di là del Movimento 5 stelle e di Forza Italia. «Il dibattito sull'articolo 18 è una linea di demarcazione che riguarda identità, orgoglio e senso stesso della parola sinistra», ha detto Vendola. «Rimettiamo in campo le forze che parlino il linguaggio di una sinistra moderna, che sia protagonista di un cambiamento».
LANDINI: «BATTAGLIA FINO IN FONDO». Landini ha spiegato che «se il parlamento va avanti, magari c'è un voto di fiducia, non possiamo allargare le braccia: la battaglia va fatta fino in fondo».
CIVATI: «RENZI SEMBRA UN LEADER DI DESTRA». Civati ha invece accusato Renzi di «fare battaglie contro la sinistra come se fosse un leader di destra a furia di frequentare Denis Verdini. Io voglio unire la sinistra non scinderla, quello che si è scisso anche rispetto al programma delle primarie è Renzi».
'PATTO DEGLI APOSTOLI'. E visto che la manifestazione si è svolta in piazza Santi Apostoli, Civati ha aggiunto: «Io vi propongo un patto degli Apostoli, altro che patto del Nazareno, molto laico trasparente e democratico, che ci faccia riprendere valori e principi. Un patto che si consolidi immediatamente nelle battaglie parlamentari».

Correlati

Potresti esserti perso