Matteo Renzi 140710213741
GOVERNO 6 Ottobre Ott 2014 2200 06 ottobre 2014

Lavoro, Renzi: «I sindacati diano una mano»

Il premier: «L'articolo 18 è un totem ideologico e una fonte di incertezza».

  • ...

Matteo Renzi.

Matteo Renzi a tutto campo sull'azione di governo. A partire dall'incontro coi sindacati sulla riforma del lavoro previsto per il 7 ottobre: «Io voglio chiedere ai sindacati se son davvero convinti che il problema è di un altro o se sono d'accordo che anche loro devono dare una mano. Vorrei che i sindacati dessero una mano», ha detto il premier a Quinta colonna.
L'articolo 18, secondo Renzi, «è un totem ideologico, riguarda solo 2.500 persone ma rischia anche di esser fonte di incertezza» perché il reintegro dipende dalla decisione del giudice «e le aziende non sanno dove battere la testa, anche le aziende straniere».
LA MINORANZA PD NON BLOCCHI. Quanto alla minoranza Pd, Renzi non ha dubbi: «Non c'è in discussione il Pd ma l'Italia, dobbiamo rimetterla in moto. E allora stiamo ad ascoltare i suggerimenti di tutti ma non mi va che ci sia qualcuno che pretenda di bloccare perché da vent'anni siam nella palude e ora tocca a me guidare. Bisogna che la macchina vada».
TFR, IPOTESI MECCANISMO FACOLTATIVO. A chi gli domandava se si possa rendere facoltativo l'anticipo del Tfr, il premier ha risposto che «è un'ipotesi. Gli italiani son divisi perché alcuni dicono 'meglio mettere quei soldi da parte perché se li ho li spendo'. Ma il Tfr così ce l'abbiamo solo noi nel nostro Stato-mamma».
DAL 2015 UNICA TASSA COMUNI. Sulla legge di stabilità, invece, «stanno tutti lì a tifare perché le cose vadano male ma noi li freghiamo», ha aggiunto Renzi.
Dal 2015 è poi prevista un'unica tassa comunale al posto della Tasi per i servizi locali (case, strade, asili, giardini).
OK A SBLOCCO SCATTI POLIZIA. Inoltre un annuncio sugli stipendi della polizia: «Il governo intende dare una mano alle forze dell'ordine, vera, anche economica. Il 7 ottobre li vediamo, siamo disponibili a sbloccare gli scatti, ma bisogna anche rendersi conto che sacrifici ora bisogna farli tutti: abbiamo cinque corpi di polizia, non ce li ha nessuno al mondo».
BATTAGLIA PER LA FLESSIBILITÀ. Per quanto riguarda l'Europa, «la battaglia la dobbiamo vincere noi, bisogna che siamo un po' più flessibili. Bisogna essere capaci di vincere questa battaglia giusta, che non è solo per l'Italia. Stiamo attenti ai conti ma intanto stiamo facendo le riforme. E allora, se ci mettiamo un anno in più ad arrivare a questo benedetto pareggio di bilancio, va bene comunque».

Correlati

Potresti esserti perso