Boschi 140701135751
ESECUTIVO 8 Ottobre Ott 2014 1103 08 ottobre 2014

Riforme, Boschi: «Bisogna correre»

Il ministro: «Garantire accesso al lavoro ai giovani. Programma a 360 gradi».

  • ...

Maria Elena Boschi.

Non c'è tempo da perdere. Per la riforma del lavoro «c'è l'esigenza di correre». A dirlo, l'8 ottobre, il ministro per i Rapporti con il parlamento, Maria Elena Boschi, che ha spiegato come si debba intervenire «a 360 gradi» per mirare soprattutto a favorire «l'accesso al lavoro delle giovani generazioni».
«NUOVE GENERAZIONI CENTRALI». «Per il governo», ha detto Boschi, «è centrale il tema delle nuove generazioni, dell'accesso alle professioni e al lavoro, per i ragazzi e le ragazze della mia età, per le donne e gli uomini della mia età. Questo tema lo affrontiamo con un programma di riforme a 360 gradi. Sappiamo che non c'è più tempo, che c'è l'esigenza di correre con misure immediatamente efficaci e anche con riforme che richiedono più tempo per essere portate a compimento, ed è il motivo perché ci siamo dati un programma di mille giorni».
DA PA A GIUSTIZIA, MA SOPRATTUTTO LAVORO. Boschi ha quindi elencato le riforme da portare avanti: «Si va dalla madre di tutte le riforme, quella della pubblica amministrazione, alla riforma della giustizia, dalla riforma del bicameralismo e del Titolo V a quella della scuola con un grande investimento che riguarderà tutti i gradi, dalle scuole primarie all'università. E infine la riforma del mercato del lavoro nell'ottica di estendere le protezioni e anche di favorire l'accesso al lavoro a chi oggi non ha questa possibilità».
Su quest'ultimo punto, il ministro ha aggiunto: «L'emendamento è pronto. Attendiamo la fine della discussione generale per presentarlo in Aula».
«JOBS ACT BUON TESTO». Alla domanda dei cronisti sulla richiesta della minoranza interna del Pd di poter emendare la delega lavoro alla Camera, il ministro ha replicato sottolineando che quello che uscirà dal Senato «è comunque un buon testo, in cui ci sono delle modifiche che accolgono alcuni suggerimenti pur mantenendo l'impianto della richiesta. Vediamo il voto del Senato ma teniamo anche conto se c'è l'esigenza di dare risposte rapide, immediate, così da attuare subito la delega con i decreti legislativi, per rispondere alle richieste di un miglior accesso al mondo del lavoro».

Correlati

Potresti esserti perso