Renzi Corriere 141009115906
COMING OUT 9 Ottobre Ott 2014 1152 09 ottobre 2014

Corriere della Sera, pagina a pagamento pro-Renzi: «Noi lo sosteniamo»

Da Alberto Milla a Federico Schlesinger: «Vuole cambiare l'Italia, stiamo con lui».

  • ...

Avvocati e manager di grido. Professori universitari e finanzieri.
C'è un po' di tutto nella lista dei 108 nomi che, il 9 ottobre, hanno fatto capolino sulla pagina numero 26 del Corriere della sera.
Una pagina a pagamento che hanno voluto comprare per esprimere il proprio sostegno al presidente del Consiglio e che hanno inequivocabilmente intitolato «Noi sosteniamo Matteo Renzi».
«RENZI LOTTA PER DARE UN FUTURO ALL'ITALIA». Sotto la scritta, a caratteri cubitali, 12 righe di elogi al premier, di cui i 108 sottolineano «il cipiglio di una volontà giovanile che non cerca sconti né per sé né per le scelte da affrontare» e la «volontà di non mollare, di battersi, e di cercare un futuro per l'Italia».

DUE SETTIMANE DOPO L'ATTACCO DI DE BORTOLI. Un messaggio forte di sostegno, soprattutto perché sbattuto sulle pagine di quel quotidiano che, tramite la penna del suo direttore Ferruccio de Bortoli, il 24 settembre aveva attaccato duramente Renzi, reo di non sapere gestire a dovere il proprio potere. «Devo essere sincero: Renzi non mi convince», iniziava l'editoriale. E poi giù con una lunga serie di critiche al premier.
L'attacco di de Bortoli era divenuto l'emblema di quei poteri forti avversi menzionati a più riprese da Renzi. Contro l'ex rottamatore s'erano schierati, uno dopo l'altro, l'ex amico Diego Della Valle, il vecchio amico Oscar Farinetti e i rappresentanti di Cernobbio e Comunione e liberazione, avvelenati per essere stati snobbati da Renzi.

I POTERI FORTI CHE STANNO CON RENZI. Dalla parte del presidente del Consiglio, adesso, si allineano altri poteri forti. Esponenti dell'aristocrazia italiana, portatori di cognomi importanti, come Alessandra Ferrari de Grado, Federico Lalatta Costerbosa, Gerolamo Caccia Dominioni e Claudio Biscaretti di Ruffia. Volti di spicco della finanza nostrana, quali Alberto Milla (fondatore della banca Euromobiliare ai tempi di Carlo De Benedetti), Anna Cristina du Chene de Vere e Federico Schlesinger. Avvocati e professori. «Noi, come tanti altri, desideriamo andare avanti. Insieme a chi ci crede. Matteo Renzi sta cercando di farlo. Noi siamo con lui». Più chiaro di così...

Correlati

Potresti esserti perso