Matteo Renzi 141009222551
BATTAGLIA 10 Ottobre Ott 2014 0001 10 ottobre 2014

Isis, Renzi: «Italia sarà più coinvolta»

Il premier: «Presto armi migliori e interventi nelle aree dei Paesi confinanti».

  • ...

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

La lotta all'Isis è sempre più accesa, e l'Italia non ha intenzione di tirarsi indietro. «Per ora interveniamo con un supporto logistico, dando armi ai curdi», ha spiegato il premier Matteo Renzi ospite a Virus, su RaiDue. «Un maggior coinvolgimento è questione di settimane con armi migliori e interventi nelle aree dei Paesi confinanti, saremo molto duri».
Il presidente del Consgilio ha aggiunto: «Questa non è una guerra religione, è un atroce momento di guerra e di genocidio».
«BOMBARDAMENTI NON SUFFICIENTI». Avvertendo che della questione «bisognerebbe parlarne con un quadro a 360 gradi», il premier si è chiesto se la lotta all'Isis possono bastare i bombardamenti.
Noi non partecipiamo, ha spiegato, «siamo in una fase in cui abbiamo chiesto alle Nazioni unite un ragionamento complessivo» in cui occorre che «la coalizione internazionale deve portare tutti - e dico tutti - a combattere questa minaccia».

Correlati

Potresti esserti perso