Nozze Milano 141010175311
DIRITTI CIVILI 10 Ottobre Ott 2014 1753 10 ottobre 2014

Milano, nozze gay: prefetto chiede gli atti

Chiesti al Comune i documenti relativi alle trascrizioni registrate da Pisapia.

  • ...

Otto coppie gay presentano i documenti per essere riconosciuti dal Comune di Milano presso gli uffici dell'anagrafe di Via Larga, a Milano.

Il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha chiesto al Comune del capoluogo lombardo di conoscere tutti gli atti che riguardano la trascrizione dei sette matrimoni omosessuali celebrati all'estero ed effettuata il 9 ottobre dal sindaco Giuliano Pisapia, mentre continua lo scontro tra i Comuni e il ministro Alfano che si è dichiarato contrario alla trascrizione dei matrimoni omosessuali in Italia.
PISAPIA: «ATTO NEL RISPETTO DELLA LEGGE». Il primo cittadino aveva annunciato di aver firmato le prime trascrizioni milanesi sulla sua pagina Facebook: «Oggi pomeriggio ho firmato personalmente, in qualità di ufficiale di Stato Civile, la trascrizione di sette matrimoni tra persone dello stesso sesso che si sono celebrati all'estero», ha scritto il sindaco. «Si tratta di un atto nel pieno rispetto della legge che prevede questo obbligo quando si tratta di matrimoni celebrati legittimamente secondo le norme dei Paese in cui si sono svolti».
Nel frattempo Matteo Renzi ha annunciato un intervento da parte del governo: «Faremo una legge. Che non è una battuta, è la verità», ha dichiarato il premier.

Correlati

Potresti esserti perso