Fede Minetti Mora 130719184203
ARCORE 10 Ottobre Ott 2014 1655 10 ottobre 2014

Processo Ruby bis: per Mora e Fede chiesti 7 anni, 5 a Minetti

All'ex talent scout 5 anni per induzione alla prostituzione e 2 per bancarotta.

  • ...

Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora.

Il sostituto pg di Milano Piero De Petris, accogliendo le richieste della difesa, ha chiesto una condanna complessiva a 7 anni e 3 mesi per Lele Mora nel processo d'appello 'Ruby bis', portando la pena inflitta in primo grado per i presunti festini ad Arcore da 7 anni a 5 anni e 3 mesi e aggiungendo 2 anni in continuazione per bancarotta.
Lele Mora, attraverso i suoi legali, ha depositato nella mattinata del 10 ottobre all'udienza del processo di secondo grado 'Ruby bis' un atto di rinuncia parziale ai motivi di appello, tranne a quelli sulla determinazione della pena e sulla continuazione dei reati.
Mora era stato condannato in primo grado nel luglio del 2013 per i reati di induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile, mentre nel 2011 l'ex talent scout aveva patteggiato una pena di 4 anni e 3 mesi per la bancarotta della sua società. Un cumolo di pene dunque che arrivava a 11 anni e 3 mesi.
SCONTO DI QUATTRO ANNI PER MORA. Il 10 ottobre il sostituto pg, accogliendo la richiesta della difesa di applicare una pena più bassa e in continuazione con la bancarotta, ha in sostanza chiesto ai giudici della corte d'appello di Milano uno 'sconto' per Mora di 4 anni sulle due condanne. La richiesta è quindi di 5 anni e 3 mesi per i reati relativi alle serate di Arcore a cui vanno aggiunti soltanto 2 anni per il reato di bancarotta per un totale di 7 anni e 3 mesi.
CHIESTA LA CONFERMA DELLE CONDANNE PER FEDE E MINETTI. De Petris nel processo d'appello 'Ruby bis' ha chiesto anche la conferma delle condanne inflitte in primo grado a Emilio Fede e Nicole Minetti, rispettivamente di 7 anni e di 5 anni di reclusione.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso