Beppe Grillo Circo 141012141156
MAMBO 13 Ottobre Ott 2014 1433 13 ottobre 2014

Beppe Grillo e il flop M5s

Cilecca del leader stellato. Che ormai è sempre più ininfluente.

  • ...

Roma: Beppe Grillo durante il suo intervento al Circo Massimo (11 ottobre 2014).

Grillo si sta ammosciando. La folla è sempre la stessa, più o meno, l'impeto è identico, ma non sarà lui a fondare il movimento populista di destra-sinistra che minaccerà Renzi o prenderà il suo posto.
Le ragioni sono tante.
Il movimento è sempre uguale a se stesso, non ottiene risultati, ha molti concorrenti, a cominciare dal premier, nella polemica anti-casta. Ormai la gara a fare gli iconoclasti vede scendere in campo anche persone improbabili come Piero Fassino, figlio autentico e di buon livello dei partiti tradizionali. Grillo non è riuscito a fare neppure un solo colpo di teatro.
UN PAESE SENZA VERI RIVOLUZIONARI. Nei primi giorni della legislatura ha fatto la scena della restituzione dei soldi pubblici, poi ha difeso il Senato e il sindacato dell'articolo 18.
In questi giorni sarebbe stato normale vederlo fra gli 'angeli del fango' della sua città , Genova, e invece ha chiesto ai militari di lavorare invece di mobilitare il suo popolo.
Anche per un 'rivoluzionario' vale il detto che «lavorare stanca».
L'Italia è così: anche la marcia su Roma si fece in gran parte in treno. Questo non è un Paese per rivoluzionari. Questo è un Paese che produce conservatori anche fra quanti dicono di fare gli oppositori.
Ecco perché Grillo forse perderà qualche voto, si gonfierà e si sgonfierà come il famoso omino della Michelin di un'antica pubblicità , ma sarà sempre più ininfluente.
Anche il suo popolo, nella parte attempata, ha partecipato a tutte le battaglie dell'establishment.
Si potrebbe dire che sono stati 'tutti dentro'.
METTEO E SILVIO, GLI UNICI VERI 'OPPOSITORI'. Gli unici oppositori, scusate il paradosso, sono stati Berlusconi e Renzi che avrebbero voluto - il segretario Pd ci prova ancora - cambiare sistema politico in modo radicale. Il leader di Forza Italia, un po' per vizi privati un po' per adattamento alla realtà, si è piegato su se stesso.
Renzi lo vedremo nei prossimi mesi.
Resta il fatto che la protesta in Italia non ha fortuna. A sinistra si sta preparando la più buffa Armata Brancaleone: Salvini si butta a destra ma finché non si dichiara europeista non andrà da alcuna parte, Grillo urla, ma l'effetto 'rivoluzione' non è più credibile.
Insomma l'Italia ha opportunità solo se si agisce dal lato del governo. È sempre stato così.
La migliore opposizione che ci sia stata nel nostro sistema politico era quella del Pci, che per definizione non avrebbe mai governato. Ancora una volta, allora , viene confermata la tesi che Renzi può solo farsi del male da solo. I suoi oppositori danno solo colore alla scena.

Correlati

Potresti esserti perso