Stadi 141015115036
POLITICA 15 Ottobre Ott 2014 1150 15 ottobre 2014

Decreto legge stadi, il governo pone la fiducia in Senato

L'annuncio del ministro Orlando a Palazzo Madama. Il provvedimento ha già avuto l'ok della Camera.

  • ...

Il progetto del nuovo stadio Friuli di Udine.

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha posto la fiducia in Senato sul decreto legge stadi (la chiama inizia alle 19 di giovedì 15 ottobre).
La decisione, è stato spiegato da fonti parlamentari di maggioranza, è stata presa per evitare il rischio di voti segreti che l'opposizione aveva chiesto su diversi emendamenti.
Il testo del decreto legge stadi è già stato approvato alla Camera.
DISCUSSIONE IN SENATO. Prima di Orlando, erano intervenuti i due relatori, Gianluca Susta (Scelta civica) e Roberto Cociancich (Partito democratico) i quali, nella replica alla fine della discussione generale, hanno criticato il fatto che la Camera abbia trasmesso il decreto al Senato a pochi giorni dalla scadenza (lunedì 20 ottobre), il che rende impossibile cambiare alcune norme che avevano destato critiche anche nella maggioranza, a partire dall'introduzione della pistola elettrica Taser tra le forze dell'ordine.
DUBBI SUL TASER. «La Camera ci consegna il testo a pochissimi gironi dalla scadenza, in limine mortis e molte delle proposte non possono essere accolte», ha detto Susta.
«Non si può fare a meno di sottolineare», ha detto Cociancich, «una generale perplessità per introduzione della Taser».
MONITORARE LA SITUAZIONE. Quindi il senatore del Pd ha dato parere favorevole a un ordine del giorno che «obbliga il governo a monitorare con regolarità gli effetti che la Taser ha sulla salute» degli utilizzatori e di chi viene colpito, e a riferire i risultati in parlamento dopo un anno, e impegna a far si che la pistola elettrica non sia utilizzata contro minorenni e persone deboli, e comunque a evitarne l'uso ogni qual volta si possa ricorrere ad altri mezzi.

Correlati

Potresti esserti perso