Grillo Salvini 141015122045
POLITICA 15 Ottobre Ott 2014 1215 15 ottobre 2014

Grillo-Salvini, alleanza anti-euro: scontro M5s e Lega Nord

Il leader M5s rifiuta l'incontro col segretario del Carroccio. Maroni provoca.

  • ...

Il leader del M5s Beppe Grillo e il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini.

Ha usato il blog Beppe Grillo per rispondere al segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che aveva proposto un incontro per confrontarsi su euro e immigrazione.
«Non c'è bisogno di alcun incontro ufficiale», ha scritto il leader del Movimento 5 stelle, «la Lega appoggi, se vuole, le idee che ritiene giuste senza chiedere nulla in cambio». Quindi Grillo ha aggiunto: «Se il Carroccio propone cose in linea con il programma M5s, riceverà il nostro supporto come sempre successo per qualunque forza politica».
SALVINI ROMPE CON GRILLO. Salvini, invece, ha scelto Facebook per dialogare con l'ex comico.
«Purtroppo Grillo ha rifiutato il confronto proposto dalla Lega dicendo che 'non c'è bisogno di alcun incontro ufficiale'. Peggio per lui, noi le nostre battaglie contro l'euro, l'invasione clandestina e lo Stato tassatore le facciamo anche da soli!», è stata la replica del segretario del Carroccio.
IL M5S AL REFERENDUM. D'altra parte, Grillo non ha scelto certo la via della diplomazia con lo schieramento di Salvini: «La Lega degli euromolli lancia il sasso dell'uscita dall'euro e poi nasconde la mano», ha scritto l'ex comico. Che poi ha precisato: «Il M5s porterà gli italiani al referendum sull'euro». Quindi la stoccata al leader leghista: «In che modo lo capirebbe anche Salvini che evidentemente non è informato».
VOTO A DICEMBRE 2015. «Per poter indire il referendum consultivo è necessario approvare una legge costituzionale ad hoc come avvenuto nel 1989 quando si chiese agli italiani se dare o meno facoltà costituente all'Unione europea», ha argomentato Grillo nel post. Poi ha continuato ricordando come sia necessario raccogliere almeno 50 mila firme in sei mesi («Si comincia a novembre»). In seguito, «presumibilmente a maggio 2015», è la testi del leader pentastellato, «i portavoce del M5s alla Camera e al Senato si faranno carico di presentarla in parlamento per la discussione in aula» per poi consentire agli italiani di «andare alle urne ed esprimere la loro volontà sull'uscita dall'euro a dicembre 2015».
MARONI: «GRILLO HA PAURA». Successivamente il presidente della Regione Lombardia, il leghista Roberto Maroni, ha provocato Grillo sostenendo che «abbia paura del confronto con la Lega. La battaglia contro l'euro l'abbiamo lanciata noi. Grillo copia la Lega e teme che vedendoci vicini si capisca chi ha gli attributi. Quelli del M5s sono evanescenti, noi abbiamo una struttura e un'organizzazione».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso