Aula Camera 141009173704
STALLO 16 Ottobre Ott 2014 2006 16 ottobre 2014

Consulta, 20esima fumata nera per l'elezione dei giudici

Nulla di fatto in parlamento nemmeno per l'elezione del membro laico del Csm.

  • ...

La Camera dei Deputati.

Ennesima fumata nera, la numero 20, per l'elezione di due giudici costituzionali da parte del parlamento riunito in seduta comune. Ancora una volta, nessun candidato ha raggiunto il quorum richiesto dei tre quinti dei componenti dell'Assemblea, pari a 570 voti. Servirà, dunque, una nuova votazione, la 21esima.
GRASSO IL PIÙ VOTATO. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, resta il più votato: nello scrutinio odierno avrebbe incassato 43 voti. La maggioranza delle schede è stata bianca, a esprimere la propria preferenza sono stai infatti solo in 538. Luciano Violante, candidato del Partito democratico, si è fermato a 10 voti, seguito da Donato Bruno di Forza Italia che ha incassato otto preferenze.
CSM AL QUARTO VOTO. Niente di fatto nemmeno per l'elezione di un membro laico del Consiglio superiore della magistratura: nessuno ha raggiunto il quorum, oggi pari a 323. Servirà una nuova votazione, la quarta.
TEMPI MENO SERRATI. È stata, dunque,fissata per la prossima settimana, anche se non è stato ancora stato stabilito il giorno, la prossima votazione: è quanto emerso dalla conferenza dei capigruppo di Montecitorio, dove si è sostanzialmente deciso a maggioranza un tempo meno serrato per le votazioni, con il no di Fratelli d'Italia, Lega e Movimento 5 stelle, che chiedevano votazioni a oltranza.
BOLDRINI: «SOLUZIONE NON A PORTATA DI MANO». Pessimista in tal senso il presidente della Camera Laura Boldrini: «La soluzione non appare a portata di mano», ha detto, auspicando che «prevalga il senso di responsabilità dei gruppi», che ha esortato «a trovare intese tra loro e al loro interno per arrivare a una positiva conclusione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati